[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4752: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4754: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4755: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/functions.php on line 4756: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3887)
The Web Italy • Leggi argomento - Dopo la tempesta - sassoloni nella scarpa

Dopo la tempesta - sassoloni nella scarpa


  • Ciao a tutti.

    Mentre ci stiamo riprendendo dalle meravigliose giornate rese elettrizzanti dall’arrivo della nostra band preferita e cerchiamo di scacciare la malinconia dovuta alla loro partenza, il qui presente “davethespace” vuole piazzare qualche puntino su parecchie “i” e puntualizzare alcune cosette.
    Lo staff che ormai (quasi) tutti voi conoscete è con me, ma essendo io quello più esposto e in prima linea, ciò che leggerete di seguito è più una puntualizzazione personale che di squadra.

    La cosa di cui sono (da sempre) stato più orgoglioso nella mia ‘conduzione’ di The Web Italy è la CONDIVISIONE. Siamo senza ombra di dubbio e senza alcun timore di essere smentiti, il fan club più INCLUSIVO del mondo.
    Ogni iniziativa possibile, ogni idea che mi salta in testa, ogni follia che la mia mente malata di “marillionite” partorisce, nasce per VOI.

    OGNI.
    MALEDETTA.
    VOLTA.

    Non avete idea, ma davvero non l’avete, di quanto sarebbe più facile per me, per noi dello staff, organizzare cose con i Marillion solo tra di noi più qualche parente/amico intimo. Non avete idea di cosa significhi lavorare come per questo ultimo tour per DODICI lunghissimi mesi per far si che la band possa tornare in Italia, da VOI, e ripartire felice perché hanno trovato ambienti professionalmente all’altezza e un pubblico appagato.

    Però chissà perché, ogni volta che ripartono, loro sono felici, ma alcuni di voi si affrettano a fare polemicucce, ad esibire invide, a millantare favoritismi e penalizzazioni.

    Non esiste nulla di tutto questo. Noi di The Web Italy, compreso il sottoscritto Davide Costa, non siamo nessuno per la band, se non un veicolo, un elemento conduttore, un gel lubrificante tra i fan e i Marillion. Ma noi, io, non decidiamo NULLA nelle dinamiche tempistiche di coloro che sono, prima di tutto, ENORMI professionisti.
    Nel mio piccolo io posso – e lo faccio SEMPRE – cercare di coinvolgerli in incontri con voi che anche per loro non sono facili, perché immagino che nel giorno cosiddetto libero preferirebbero rilassarsi. Ma hanno imparato ad amarci PIU’ di ogni altro fan club. E sapete perché? Perché chi dirige TWI riesce ad essere RISPETTOSO, riesce a far capire loro che VOI siete speciali e non invasivi e perché VOI glielo avete dimostrato in più occasioni. Quando ormai gli propongo un Meet&Greet rispondono subito, e SUBITO di sì.

    Quando è possibile.

    Verona fu il primo. E fu l’apripista per ogni cosa a venire. Fu un incontro rispettoso, un attimino caotico nel finale, ma la band arrivò in serata al Teatro Romano con il cuore gonfio di amore nei nostri confronti, perché avevamo rispettato i loro spazi. Questo ci ha portato ad avere persino IAN MOSLEY nostro ospite a Roma, qualche giorno fa; l’animale meno portato a stare in società della storia. Ed è stato delizioso.
    Ma Verona accadde perché la band NON era in tour e venne qui apposta per noi, accadde perché la band era già tutta in loco, accadde perché era la prima volta con un nuovo, incredibile, meraviglioso promoter.Eppure anche lì polemiche.

    Non c’è stato alcun favoritismo nei confronti di Roma, tutt’altro. C’è stata solo la coincidenza di avere la band con un giorno libero e il LORO desiderio di stare con il fan club, ma NON come succede nel resto del mondo, o come succedeva anche qui in Italia anni fa, con LO STAFF del fan club; con TUTTO il fan club.
    E, lo ripeto, accade SOLO qui. Andate a chiedere ai tedeschi quanto The Web Germany coinvolge i suoi iscritti in queste cose.

    Se a Padova non sono riuscito ad organizzare nulla è solo perché NON È STATO POSSIBILE, non perché al nord qualcuno stia più antipatico a me o alla band. L’ultima di almeno tre richieste da parte mia al tour manager per Padova risale a domenica 8 dicembre. Ma lo sapevo che sarebbe stato impossibile perché conosco le tempistiche e le abitudini dei Marillion. Tutto ciò che si può organizzare con loro, infatti, cerco di organizzarlo O nei giorni liberi, O PRIMA del soundcheck. Dopo il soundcheck sgusciano via tutti quanti come anguille a nascondersi nelle loro tane. E a Padova era IMPOSSIBILE farlo prima del soundcheck, perché Steve Rothery proveniva da Roma in treno con noi e siamo arrivati alle ore 15.00, giusto in tempo per mettere a posto le sue cose e fare le prove.
    E noi dello staff, invece che goderci il suddetto soundcheck ce ne siamo andati in giro – sia a Roma che a Padova – per limare gli ultimi dettagli nel preparare la ‘coreografia’ e cercare di essere perfetti nel metterla in atto. Si, siamo privilegiati perché siamo in contatto con la band, ma noi LAVORIAMO per voi e per loro e non avete idea di quanto il sottoscritto si goda di più i concerti FUORI dall’Italia, piuttosto che quelli organizzati da noi. A Padova il buon Fabione si è sciroppato almeno un paio d’ore di aiuto al merchandise.

    Non sapete che stress si crea anche solo per viaggiare in treno con God, che è comunque una persona meravigliosa e ormai un amico; la speranza che il treno sia in orario, che non si verifichino problemi meteo o disgrazie come il terremoto, sedersi accanto a lui ma solo per essere pronti in caso di bisogno, senza scocciarlo MAI durante il viaggio. Oppure quanto sia snervante essere il punto di riferimento della band quando le cose NON funzionano e MAI quando funzionano. “Dave, ma perché questo non c’è?”, oppure “Dave, guarda che alla cena siamo in 30 e non in 6” ... “Ah Dave, sai che forse non riusciamo a fare foto e autografi? Forse non è il caso, vista la situazione…” E io lì, a sbattermi e a combattere, in una lingua NON MIA per ottenere un momento speciale per VOI.

    Ma sembra non basti mai.

    Per non parlare della gestione dei cosiddetti pass, dell’accesso al backstage e dei regali. Vengo avvicinato da persone che ho visto una o due volte nella vita e che mi chiedono di poter entrare ad incontrare la band nel retropalco; innanzitutto quello è per loro un luogo SACRO che può essere frequentato SOLO da chi dicono loro. In secondo luogo, né io né nessun altro dello staff ha ALCUN POTERE DECISIONALE nella distribuzione di questi permessi e nessuno di noi ha il potere di far sì che la band esca a firmare autografi. E allo stesso tempo non si può pretendere che loro riconoscano persone che hanno visto alcune volte negli anni e offendersi perché non si ricordano di noi. Volete ridere? Ebbene, venerdì sera nel retropalco del Geox, Mark Kelly mi guarda e mi fa: “Ma io ti conosco!” … eh, porca puttana se non mi riconosci siamo a posto!! Vi rendete conto? Cioè, con questo voglio dire che noi ci siamo, ma ci siamo perché VOI riusciate qualche volta ad avare un contatto con loro, NON perché siamo noi a volere questo contatto. Alcuni di loro nemmeno ci riconoscono!

    Questo fan club è così speciale anche perché esistono persone, anche al di fuori dello staff, che si sbattono PER IL FAN CLUB STESSO e NON per apparire davanti alla band. Perché si inventano iniziative e regali IN NOME di TWI e non gli importa più di tanto che la band sappia che è da parte loro, ma che viene dalla nostra ‘comunità’. Queste persone – voi sapete chi siete – sono impagabili non solo per questi gesti, ma anche perché stanno nell’ombra e aspettano il loro momento, perché sanno che io, noi, prima o poi questo momento lo faremo scaturire da qualche parte.
    È troppo comodo parlare di favoritismi, innescare gelosie e pensare che se le cose vanno bene è merito di tutti, ma se vanno male è colpa mia.
    Cominciate a chiedervi cosa potreste fare voi per TWI e non il contrario, sottoponendoci idee che, immodestamente, NOI sappiamo se funzioneranno o meno. Non partite con Crociate singole per poi offendervi se la band non le considera. Io gli sottopongo richieste e gli faccio domande, sono noioso, a volte mi guardano con commiserazione ma NON SEMPRE ottengo ciò che vorrei e ciò che VOI vorreste da loro.

    Chiudo con una considerazione finale relativa alle iniziative comuni.
    COMUNI.
    Fatto salvo che ognuno è libero di fare e portare ciò che vuole: fazzoletti da naso, lucine, due bandane, un fischietto… basta che non scocci la band o, ancora più importante, chi vuole godersi il concerto in santa pace. Ma se c'è l'organizzazione di qualcosa di collettivo, mi “sfugge” (o forse no) il motivo che può spingere a fare una cosa di cui "il popolo" non sa nulla.
    Se io credo, insieme allo staff, che FORSE l’idea delle bandiere può funzionare, vuol dire che c’è qualcosa dietro; un pensiero, una riflessione, la conoscenza delle personalità nella band, quello che è GIÀ stato fatto e quello che potrebbe sorprenderli e metterli di buon umore. Dopo l’idea delle “dita fluorescenti” venuta a un fan inglese, utilizzare lucine e cose simili avrebbe voluto dire ripetere in peggio una cosa meravigliosa inventata da altri. Le bandiere hanno funzionato perché TUTTA TWI si è unita per realizzarla, mentre partire con un’iniziativa singola non porterà mai da nessuna parte e anzi, diventerà controproducente perché significherà crearsi delle aspettative su reazioni dei Marillion che potrebbero non arrivare.

    L’obiettivo primario e finale di questo fan club, il MIO obiettivo, è da sempre e certamente fare OGNI COSA IN MIO POTERE per condividere il più possibile la band con voi, ma sopra a tuuto prima di tutto, anche di voi, ci sono LORO; le loro esigenze professionali e personali sulle quali nessuno, me compreso, ha alcun potere e alcun diritto di intervenire.


    Davide
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1722
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49


  • Purtroppo e sempre troppo spesso la gente pensa che tutto sia dovuto ...... non te la prendere ...... non riuscirai mai ad accontentare tutti ....... io già ti devo ringraziare solamente per il fatto di aver potuto acquistare il biglietto prima degli altri e godermi il concerto in prima fila (per la seconda volta tra l'altro) .... il resto son tutte chiacchiere .... piuttosto invece di arrabbiarti per rilassarti potresti divertirti a tradurre qualcosa .......... :lol: :lol: :lol:
    Un abbraccio
    Avatar utente
    bravebard
     
    Messaggi: 65
    Iscritto il: 04/06/2014, 17:40
    Località: Follonica (GR)


  • Intervengo anche io per dire la mia perché, chi come me è preso da diarrea emozionale e dialettica, difficilmente riesce a star in silenzio annuendo almeno a 3/4 delle cose scritte in apertura dallo spesso assente o silente Capo. A cui questo avrei da rimproverare: le redini, a volte, van tenute salde e tirate pertanto un plauso pubblico!
    Sento e so che poteva citar altro e altro non ha citato (le polemiche immediate e susseguenti al pranzo al Tigella, quanto successo scorsa settimana neanche con la vendita e l’assegnazione di biglietti in I fila da parte di Auditorium, la scorrettezza di alcune gestioni di teatri o di BigliettOne con cui lui deve scontrarsi e a cui spesso chiediam conto perché lo crediamo capace di poter sedersi al tavolo di trattativa con una società asfaltante ogni concorrenza ed ogni libera iniziativa promozionale) …
    Cioè in realtà a dirne di cose ce ne sarebbero parecchie altre, ad iniziare dal fatto che si ha tempo per intervenire a mettere like o postar foto e frasi ad effetto ma magari scender qui in piazza a dialogare (mi spiace, su Faccialibro ci si contatta, non si dialoga…. si è conoscenti, non si è amici!) ad organizzarsi, a solidarizzare e simpatizzare perché poi questo spazio che è pubblico e comune anche ai non iscritti invoglierebbe qualcun altro (ancora non iscritto) a partecipare alla famiglia.
    Anche io, che non ne avevo titolo, mi son chiesta cosa spinge individui facenti parte di un gruppo (a meno che non vogliamo ricominciare con la polemica dell’essere un numero – l’iscritto n.198, no sta polemica è andata su questi schermi all'epoca di uscita di Fear ed eviterei di riproporla, grazie! - e del fregarsene del perché ci si tessera quasi fosse solo per beneficiare della fanzine o per la dritta su orario e inizio prevendita!) a partire per crociate singole che poi riescono a metà o non riescono affatto….il fine è rimanerci male? concorrere con qualcosa di ufficiale? mettersi in mostra? dimostrare che si è capaci di? E se invece la loro folgorante idea (se lo è, perché magari lo è o potrebbe esserlo discutendone) venisse proposta e sposata da tutti e tutti potessero parteciparvi senza che nessuno tranne l’entità unica che dovremmo mostrare di essere – cioè il fan club – se ne prendesse il merito? Non sembriamo uniti - un corpo e un sentire solo - se alcuni portano bandiere, altri braccialetti, altri striscioni, altri regalini in proprio, altri hanno come unico desiderio ficcarsi nel backstage: se invece una volta buona decidessimo di crescere come gruppo e – decisa una idea – ci mettessimo a collaborare o appoggiarla pur non collaborando senza storcere il naso o commentarla neanche fossimo noi più bravi o capaci di proporne o realizzarne (con cervello o portafogli o entrambe) noi? Ci avete pensato che figurone avremmo fatto se quelle bandiere si fossero alzate su 1400 e 2400 teste anziché soprattutto nelle prime file? Oppure se quei braccialetti (a proposito, ma di chi era l’iniziativa die braccialetti? Io mi son seduta in I fila, mi han detto “mettiti questo”, io che sposo ogni causa comune l’ho fatto ma poi ho notato che l’iniziativa era tanto spenta da aver sperato che chi si è sobbarcato l’onore di comprarli non li abbia pagati molto, data la visibilità che han avuto purtroppo) fossero stati su 1400 o 2400 polsi anziché su 100 neanche? Che ne so, me ne vengono 10,100 di idee in mente per fargli vedere che siamo un’anima sola (e anche un po' paraculescamente per far bella figura e acquistar punti, che non guasta!). Invece no: chi porta bandiere, chi no, chi porta braccialetti ma non dice che lo farà, chi chiede favori per sé fregandosene che il diritto è di tutti e non è che acquisisci diritti se loro ti han già accolto nel backstage 1 o 2 volte o sanno il tuo nome (ma davvero a volte neanche filan te, Capo?)….
    In questo le tifoserie calcistiche ci battono ai punti, noi il tifo unito non sappiamo proprio dove stia di casa.

    Lancio una (metaforica ma chissà) sfida: abbiamo almeno 2 anni prima che si faccian vedere qui in tour. Ce la facciamo a mettere da parte 1 euro a testa al mese (parlo solo degli iscritti o di chi nel forum non vuole iscriversi ma caldeggia per mostrare condivisione) quindi 12 euro l’anno che moltiplicato per 200 iscritti fa la ragguardevole cifra di 2.400 euro che moltiplicato per 2 anni fa quasi 5000 euro per fare a nome dell’unica individualità che siamo (TWI) una donazione a X, Y o Z ? Oppure qualcuno sarebbe capace di inventarsi su due piedi un’altra idea geniale che costi anche meno di 1 euro al mese, anche a costi zero, a patto che non parli di 200 singole teste ma di un cuore solo? Che indichi comunità di intenti, fratellanza, empatia, etc. etc? Ma come siam tutti fighi a riempirci gli occhi di quelle belle immagini e frasi poetiche che postiamo sui Faccialibri personali, lo vogliamo mostrare che bella persona è The Web Italy? Non i 200 singoli che siamo è? Il Sig. o la Sig.ra TWI dico io! O continuiamo bandiere si/no, braccialetti si/no, voglio questo/voglio quello, l’amico dell’amico che, siccome è amico, gli pesano ‘sti 20 euro al mese tanto comunque riesce a piazzarsi sempre in I fila che manco un abbonato RAI per cui chi se ne frega di iscriversi se poi comunque presenzio ugualmente (si si dico a voi, che non penso che vi pesino 20 euro al mese ma che io - che casualmente ho saputo i nomi di tutti gli iscritti di due anni fa per firmarci la carta pacco del regalo - so che non esistete tra gli iscritti! E non parlo delle moglie/mariti/fratelli di....ci sta che si partecipi uno solo in famiglia!) . Spero di sbagliarmi ma quando mi piacerebbe un elenco pubblico di chi siamo e chi no...
    Ok, ho detto parecchie scempiaggini…anche non condivisibili magari dal Capo, parlo per me, e parlo senza alcun bavaglio o a scia di lumaca verso altri….prendete il senso sfrondandolo dagli esempi concreti che magari non vi piacciono…
    Cerchiamo d’ora in poi di puntare non alla foto/autografo/pass/regalino o riconoscimento personale ma alla dedica collettiva al fan club dal palco (cosa a volte successa, non solo al pubblico tutto ma al pubblico tutto e al fanclub): un’ondata di amore e comunità di intenti deve arrivargli a quelli sul palco non solo luccichii di lucine e braccialetti o sventolii di bandiere bianche e colorate.
    Se è vero che il Capo ha detto che sente che gli siamo cresciuti in stima (e anche in quantità che riempie il portafoglio) adesso sarebbe ora di far il salto come fan club (col cuore, dico! Oddio me paro la D'Urso) non solo per apparire loro, per sembrare….ma per esserlo sul serio.
    The medium wave
    Brought signals here from far away
    Your tender voice riding on the sea spray
    Something in the air
    For those who know the signs
    Something in the air
    A storm..
    Avatar utente
    ivy
     
    Messaggi: 881
    Iscritto il: 27/02/2014, 22:31


  • Di ciò che è accaduto di GRAVISSIMO a Roma ne parlerò all'interno dei prossimi articoli di RTR, per cui

    Detto questo, sono ANNI che mi sbatto per voi ed è bellissimo farlo, ma sarebbe davvero un sollievo se tutti voi trovaste il modo per inventarvi qualcosa, che siano inizative comuni o altro, per rendere questo fan club ancora più unico.

    Ma il solo fatto che a replicare a questo mio 'sfogo' siano state solo due(?) persone è però talmente indicativo da farmi disperare ancor prima di scrivere altro.
    E' bello, bellissimo, ricevere DECINE E DECINE di attestati di stima privatamente, ma se il popolo italico avesse un po' più voglia di ESPORSI PUBBLICAMENTE a partire da piccole cose come questa, forse FORSE non saremmo in queste condizioni ridicole...

    Continuiamo a parlare di ciò che ci è piaciuto dei due concerti che facciamo prima...anche se poi, diciamoci la verità, anche su quell'argomento siamo sempre i soliti 4 gatti.

    W il "decerebratorio" Facebook e abbasso gli spazi in cui poter PENSARE E SCRIVERE un periodo più lungo di 50 parole...
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1722
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49


  • è o dovrebbe essere talmente ovvio che qualsiasi cosa venga organizzata per incontrare la band è un di più, che mi stupisco possano essere accadute cose addirittura "gravissime": vuoi portare la bandierina? nessuno ti costringe, vuoi agitarla? nemmeno, ma dove sta il problema?
    quello che the web italy fa è sempre grasso che cola (nel mio caso poi...) per cui grazie lo stesso Davide, anche se l'incontro a Padova non si poteva fare (io l'avevo timidamente chiesto un po' di tempo fa, ma immaginavo che con tempi ristretti fosse impossibile).
    mi dispiace che evidentemente alcuni non capiscano i vostri sforzi, hold on!
    ciao
    paolo.cordella
     
    Messaggi: 33
    Iscritto il: 13/03/2014, 17:23


  • Grazie Paolo... ;)
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1722
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49


  • Mi intrometto solo per dire che io sono ritornato dallo scorso weekend galvanizzato ed elettrizzato. Solo adesso, complice il lavoro, sto faticosamente rientrando nella quotidianità.

    Ho saputo, in diretta, della questione di Roma (anche se non nei dettagli), che, immagino, sia stata un problema non da poco per tutti quelli coinvolti. Dispiace però di leggere di polemiche varie (che mi sono fortunatamente evitato) che sarebbero apparse dopo i concerti altri motivi.

    Tanto per dire, io avevo messo in previsione un viaggio a Roma il mercoledì perché, suonando i Marillion a Lione il martedì, mi sembrava l'unica chance possibile per un incontro. Che puntualmente TWI ha organizzato! Sinceramente non so cosa ci si potesse aspettare di più. Che suonassero dietro casa e che, prima e dopo il concerto, fossero disponibili con una marea di estranei? L'epoca dei tour in cui gli artisti facevano 50 date per l'Europa e potevi andare a vedere chi volevi con un minimo di km è finita, per quasi tutti almeno. Soundcheck, relax e concentrazione, poi, sono necessari per artisti che sono professionisti della musica. L'atmosfera conviviale della cena, lo spettacolo delle bandiere, i luoghi scelti per i concerti... ma cos'altro si voleva di più da quei due / tre giorni di permanenza in Italia dei Marillion? Il pass per il backstage per tutti? Bah. Per conto mio, ringraziamenti assoluti a Davide e a tutto lo staff.

    PS: Ian Mosley è un gran signore, che non solo mi ha firmato il vecchio LP di Season's end senza problemi, ma ha accettato di buon grado una foto assieme e di scambiare due parole, quindi altroché essere un asociale! :lol:

    PS2: mi son venute in mente due cose stupidotte, niente di che, a cui magari avete già pensato. La prima è che il CAI prevede il "socio famigliare": versa una quota più bassa, ma non riceve pubblicazioni. O anche tipo "soci sostenitori". Beninteso, nel mio bilancio famigliare iscrivere anche mia moglie sposta poco, e penso che se non si offrono altre opzioni, lo farò a inizio nuovo anno, ma di ricevere due pubblicazioni e due CD / DVD natalizi me ne faccio poco, mentre magari una quota più bassa per un altro socio allo stesso indirizzo permetterebbe di aiutare a raggiungere quella quota di 3000 - 5000 euro necessari per qualcosa in grande stile coinvolgendo anche chi non vuol avere due iscritti in famiglia. La seconda che instagram e facebook sono ormai due mezzi importanti per raggiungere un pubblico più ampio (detto da uno che non è presente su entrambi). Mia moglie, che è su facebook, ogni tanto mi segnala qualcosa che trova sui gruppi musicali a cui è iscritta (l'ho iscritta io, in realtà :D ), per cui sono canali che, credo, dovrebbero essere piuttosto presidiati se si vuole attirare nuove persone. So che c'è la pagina di The Web Italy, ma magari potrebbe essere utile affiancare qualcosa che riesca a radunare i fans italiani anche su quelle piattaforme. Probabilmente ci avete già pensato a entrambe le cose, ma era giusto per mettere due idee banali sul piatto.

    Mauro
    Returner68
     
    Messaggi: 109
    Iscritto il: 10/04/2018, 14:33


  • Grazie Mauro...delle belle parole a nostro sostegno e anche per le idee che hai "buttato lì"...
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1722
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49


  • Personalmente esprimo la mia totale vicinanza a Davide, a tutto lo staff di TWI e li ringrazio per tutto quello che hanno fatto in questi anni; i risultati sono sotto gli occhi di tutti, i Marillion vengono spesso in Italia e con PIACERE . Cosa che non si può dire di tanti anni fa.
    Mi dispiace sentire di problemi o scorrettezze verificatesi negli ultimi concerti anche se, in realtà ciò non mi stupisce più di tanto, nel senso che in ogni gruppo, famiglia, società o altra struttura aggregante persone, salta sempre fuori qualcuno che si comporta in maniera diciamo dissonante.
    Capisco, tuttavia, il risentimento di chi, impegnandosi a favore del gruppo, si ritrovi pure a gestire e subire situazioni sgradevoli .

    Sarebbe fin troppo facile e superficiale suggerire a Davide di lasciar stare e godersi invece il frutto di tante fatiche e i risultati che si sono raggiunti, quindi non lo faccio. Gli dico solo, invece, che se non fosse stato per il lavoro suo e dello staff, mai avrei pensato di poter vedere
    Steve Rothery a due metri da me circa a Cervia qualche anno fa, e successivamente a Sommacampagna ( momenti per me indimenticabili e molto emozionanti).

    Grazie, quindi, ancora TWI e grazie anche a chi, diversamente dal sottoscritto ( che al di là della quota non ha fatto assolutamente null'altro ), a nome del fan club ha avuto iniziative, elaborato idee, comprato cose, impiegato tempo e magari speso pure denaro proprio.

    Chiudo dicendo che l'idea di Ivy di raccogliere qualche spicciolo a testa da destinare fra un paio di anni ad una bella donazione mi piace assai.
    Ciao e Buon Natale a tutti.
    Avatar utente
    Paolo_Paz
     
    Messaggi: 154
    Iscritto il: 27/02/2014, 14:16


  • Grazie Paolo a te e a tutti quelli che capiscono il mio sfogo... sarebbe davvero bello che il suggerimento di Ivy scaturisse in qualcosa di organizzato...
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1722
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49

Prossimo


Torna a Presentazioni




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti