Testi e traduzioni

El Dorado

i. The long-shadowed sun

I remember...
The enchanted English walled garden
Days of summer air and honey-suckled nights
The capricious dance of lavenders and cabbage-whites
Made more than 3D, glowing in the evening long-shadowed sun
Nowhere better. But in England, although nothing really changes, the weather always does...

ii. The Gold

The gold stops us
The gold always did
The gold took more lives than Uranium
Than Plutonium
Pandemonium…

The thunder approaches 
The heavy sighing of the monster…
Come to break the heavy weather
Come to silence all the singing birds
Tearing up the sky like paper
White-welding through dark steel of clouds
And the release of the sudden rain

The gold stops us
The gold always did
The gold took more lives than Uranium
Than Plutonium. Pandemonium.
The Gold!

Jet engines and demolition
And the summer rain
Like finding a lost child

The roads are travelled by many
Like promises of peace
And some choose not to go
The f e a r looks like bravado
It always did
I see them waiting, smiling
On the borders in dawn's mist
Or lost to the world in their upturned boats
I'll be free or I'll die trying to be
Trying to BE.

iii. Demolished Lives

I see myself in them
The people at the borders
Waiting to exist again
Brothers, sisters, sons and daughters
Denied our so-called golden streets
Running from demolished lives
Into walls

The “haves” and the “have nothings”
The accepted and rejected
We can’t keep letting them in
We can’t keep letting them in?

The gold stops us
The gold always did
The gold took more lives than Uranium
Than Polonium. Pandemonium.

And as I stand here wondering why
A man beheaded on a smartphone
Falls into my pocket from the sky
Modern life 
Everything is everywhere ’know what I mean?
Handy.
And obscene.

iv. F E A R

F E A R  is everywhere here
Under the patio
Under the hard-earned bought and paid-for home
Cushions, scented candles and the lawn
Mowing to the beat and the rumble of the coming storm

We all know about the wars that are raging
All the millions who just cannot see
There's so much more that binds us than divides us
But our f e a r denies it
While the papers stir it
The colours of the flag we wave
Were and will become blood red again

And the madmen all say they hear voices
God tells them what to do
The wars are all about money
They always were
And the money's dressed up in religion 
And when it's not showing off, the money's hiding.

Something is cooking inside me...
It ain’t ready, but already…
I'm becoming harder to live with
Becoming harder to live with
You say I'm becoming harder to live with
I’m becoming harder to live with
But you can't see into my head
You can't see into my head
You can't see into my head

No you can’t see into my head.

And the roads are full of weapons
That slide by in the night
Tanks all covered in yellow mud
Pass you on the motorway
As you drive by with the kids and the buckets and spades
Happy Days.

v. The Grandchildren of Apes

Metal in the air
Brimstone in the lungs
Breathe deeply of it
The wind is carrying the pictures
The rain is muttering the names
The wind-chimes in my garden ring like keys
To all the stolen doors.

We are the grandchildren of apes, not angels
But only we are gifted with the eyes to see
On days without f e a r, when our heads are clear
That angels, we could be.

Lyrics: Hogarth
Music: Hogarth/Kelly/Mosley/Rothery/Trewavas

Eldorado

h: "El Dorado esamina la situazione politica e le sfide moderne che il Regno Unito dovrà affrontare.
Ho un vero e proprio senso di presagio e la sensazione che tutto stia per cambiare in questo paese. Stavo cercando di dipingere il quadro di qualcuno che falcia il prato in un giardino tranquillo, quando, senza preavviso, una tempesta si avvicina. Una tempesta ecologica, una tempesta finanziaria, una tempesta umanitaria. E ho la sensazione che sarà una sorta di spartiacque".

i. Il sole dalle lunghe ombre

Mi ricordo...
Il giardino incantato inglese
Giorni d’aria d'estate e notti di caprifoglio
La danza capricciosa della lavanda e delle rapaiole (1)
Facevano più effetto del 3D, incandescenti durante le sere di sole dalle lunghe ombre
Niente di meglio. Ma in Inghilterra, anche se nulla cambia davvero, il tempo cambia sempre...

ii. L’Oro

L'oro ci ostacola
L'oro lo ha sempre fatto
L'oro ha preso più vite dell’Uranio (2)
Del Plutonio
Pandemonio…
 
La tempesta si avvicina
Il pesante sospiro del mostro ...
Viene a rompere il clima pesante
Viene a tacere tutti gli uccelli che cantano
Strappando il cielo come carta
Bianca saldatura attraverso l'acciaio scuro delle nuvole
E il rilascio della pioggia improvvisa

L'oro ci ostacola
L'oro lo ha sempre fatto
L'oro ha preso più vite dell’uranio
Del plutonio…Pandemonio…
L’Oro!

Motori a reazione e demolizione
E la pioggia d'estate
Come ritrovare il figlio perduto
 
Le strade sono percorse da molti
Come promesse di pace
E alcuni scelgono di non partire
La  p a u r a  assomiglia alla spavalderia
Da sempre
Li vedo in attesa, sorridenti
Ai confini nella nebbia dell'alba
O persi per il mondo nelle loro barche rovesciate (3)
Sarò libero o morirò cercando di essere
Cercando di ESSERE.

iii. Vite Distrutte

Mi vedo in loro
Persone alle frontiere
In attesa di esistere di nuovo
Fratelli, sorelle, figli e figlie
Cui vengono negate le nostre cosiddette strade d'oro
Stanno scappando da vite distrutte
Per finire contro un muro

Chi “ha” e chi “non ha niente”
Gli accettati e gli emarginati
Non possiamo continuare a farli entrare
Non possiamo continuare a farli entrare?

L'oro ci ostacola
L'oro lo ha sempre fatto
L'oro ha preso più vite dell’uranio
Del polonio (4)…Pandemonio…

E mentre sto qui a chiedermi perché
Un uomo decapitato su uno smartphone (5)
Mi cade in tasca dal cielo
Vita moderna
Tutto è ovunque... capisci che intendo?
A portata di mano.
E osceno.

iv. P A U R A

La  P A U R A è ovunque qui
Sotto il patio
Sotto i piccoli beni acquistati per la casa e pagati con sudore  
Cuscini, candele profumate e il prato
Falciato al ritmo del rombo della tempesta in arrivo

Noi tutti conosciamo le guerre che stanno imperversando
Tutti i milioni di persone che proprio non riescono a vedere
Che è molto di più ciò che ci lega di quel che ci divide
Ma la nostra  p a u r a  lo nega
Mentre i giornali la rimescolano (6)
I colori della bandiera che sventoliamo
Erano e diventeranno di nuovo rosso sangue

E i pazzi dicono tutti di sentire delle voci
Dio dice loro cosa fare
Le guerre sono una questione di denaro
Lo sono sempre state
E il denaro si traveste indossando la religione
E quando non si mostra, il denaro si nasconde.

Qualcosa ribolle dentro di me ...
Non è pronto, ma è già lì ...
Sta diventando più difficile convivere con me
Sta diventando più difficile
Tu dici che sta diventando più difficile convivere con me
Sta diventando più difficile
Ma non puoi vedere nella mia testa
Non puoi vedere nella mia testa
Non puoi vedere nella mia testa

No, non puoi vedere nella mia testa

E le strade sono piene d’armi
Che scivolano nella notte
Carri armati coperti di fango giallo
Ti sorpassano in autostrada
Mentre guidi con i bambini, i secchielli e le palette
Giorni felici.

v. I pronipoti delle scimmie

Metallo nell'aria
Zolfo nei polmoni (7)
Li respiriamo profondamente
Il vento sta portando le immagini
La pioggia sta borbottando i nomi
I campanellini nel mio giardino tintinnano come chiavi
Verso tutte le porte rubate.

Noi siamo i pronipoti delle scimmie, non angeli
Ma solo noi siamo dotati di occhi per vedere
Che nei giorni senza  p a u r a, a mente lucida
Quegli angeli, potremmo essere noi.

(1) "Cabbage white" è un termine in genere utilizzato per due specie affini di farfalle comuni in Inghilterra. 'Pieris rapae' sono più piccoli di 'Pieris brassicae', che in genere emergono più avanti nella stagione. Sono normalmente presenti nei mesi di aprile-maggio e luglio-agosto, e sono di colore bianco con macchie nere sulle ali. Il loro nome deriva dal fatto che banchettano su foglie di cavolo e sono diffusamente considerate dei parassiti. (NdT)

(2) L'uranio è stato utilizzato nelle bombe atomiche originali, ma ormai quasi tutte le armi atomiche utilizzano plutonio. La maggior parte delle centrali nucleari utilizzano uranio. (NdT)

(3) Un riferimento alla crisi dei migranti dell'Unione europea, precipitata poi con la guerra civile in Siria che ha avuto inizio nel 2011. La risposta del Regno Unito alla crisi dei migranti è stata tiepida e spesso compromessa da razzismo e xenofobia alimentata dalla stampa fascista. (NdT)

(4) Il Polonio ha relativamente pochi usi, ma è stato utilizzato o si presume sia stato utilizzato in una serie di avvelenamenti. La causa della morte per l'omicidio di Alexander Litvinenko, agente disertore del KGB nel 2006, fu causato da avvelenamento da polonio da parte di agenti della Russia. (NdT)

(5) Riferimento ai video delle esecuzioni postati su YouTube e social media da parte cosiddetto del Stato Islamico. (NdT)

(6) Sulla violenza del linguaggio utilizzato per parlare di rifugiati e immigrati su molti giornali britannici (in particolare Daily Mail, Daily Express e The Sun), specialmente durante la corsa verso il referendum europeo nel giugno 2016. Molti commentatori descrissero questa politica ‘fischietto per cani’, il che implica che i sentimenti manifestati erano sottili codifiche razziste. (NdT)

(7) Se si vuole "Brimstone in the lungs" può anche significare “Brimstone pronti allo sganciamento”. Infatti il Brimstone è un sistema missilistico britannico aria-terra. Nel corso del dibattito parlamentare all'inizio di dicembre 2015, per decidere se il Regno Unito dovesse o meno bombardare il cosiddetto Stato islamico in Siria, molti parlamentari definirono sistemi di targeting Brimstone come 'unici' e dichiararono che l'uso delle armi avrebbe dato un “significativo beneficio” alla Siria. (NdT)

(8) Come sappiamo, gli esseri umani (Homo sapiens) sono scimmie ed è un'immagine che H ha impiegato in diverse occasioni: 'Dreamy Street', 'Planet Marzipan' e il gorilla dalla schiena grigia in 'The Sky Above the Rain'. (NdT)

Traduzione a cura di Davide Costa
Note a cura di Fraser Marshall e Davide Costa