Biografia

Mick Pointer

marillion

Uno dei mebri fondatori degli originali 'Silmarillion', Mick Pointer è stato con loro nel primo periodo ed ha suonato su 'Script for a Jester's Tear'.
Durante il tour promozionale che ha seguito la pubblicazione dell'album Mick Pointer ha lasciato la band.
Nel 1995 Mick Pointer è tornato sulle scene con un gruppo chiamato Arena.
Il viaggio degli Arena è cominciato nel 1995 con l’album ‘Songs fro The Lions Cage’. A quel tempo il gruppo era formato dal cantante John Carson, dal bassista Cliff Orsi, il chitarrista Keith More e dai due creatori, il batterista Mick Pointer (precedentemente nei Marillion) ed il tastierista Clive Nolan (Pendragon), e gli Arena divennero rapidamente una delle principali band di progressive rock. L’anno successivo, insieme con il rinomato produttore e tecnico del suono Simon Hanhart, gli Arena pubblicano ‘Pride’ e partono per un tour mondiale di successo, con il nuovo cantante Paul Wrightson ed il nuovo bassista John Jowitt (IQ). Il 1997 segna l’arrivo del nuovo chitarrista John Mitchell e la registrazione del nuovo EP ‘The Cry’. Nello stesso anno Mitchell ha dato prova di essere anche un competente produttore e tecnico del suono supervisionando la realizzazione del live ‘Welcome to the Stage’. Senza neanche un attimo di respiro gli arena hanno proseguito realizzando il loro trezo album in studio, co-prodotto da Hanhart e Nolan. La primavera del 1998 ha visto la nascita di ‘The Visitor’, fino ad oggi il loro album più venduto, seguita da mesi di tour.
Finito il tour, in seguito a sfortunate circostanze, gli Arena hanno dovuto ancora una volta sostituire il loro cantante. Più tardi nello stesso anno, anche John Jowitt, volendo portare avanti altri progetti, decise di lasciare il gruppo. La ricerca per la perfetta line-up non era ancora terminata.
Determinati a non prendere una decisione affrettata, ma attenti a trovare un cantante in grado di maneggiare le diverse sfumature delle canzoni del gruppo, gli arena hanno trovato quello che stavano cercando in Rob Sowden. Sowden ha dato prova di non essere solo un brillante frontman sul palco, ma anche un cantante brillante e carismatico. La sua principale forza è la qualità della sua voce; egli padroneggia con abilità ogni tipo di canzone, dalle drammatiche e potenti canzoni rock alle ballate. Il nuovo cantante non ha avuto problemi a convincere lo zoccolo duro dei fan di essere l’uomo giusto quando ha fatto il suo debutto durante una fan club convention in Olanda nel maggio del 1999.
Al basso è arrivato invece un volto familiare tra i fan del prog rock, Ian Solomon. Straordinario bassista, ha suonato per dieci anni negli Shadowland, side-project di Nolan. Il trio responsabile della composizione dei brani, Nolan, Pointer e Mitchell, verso la fine del 1999 è entrato in sala e ha composto le musiche per ‘Immortal?’. I mesi successivi ha visto il gruppo chiuso negli Thin Ice Studios, ancora una volta con il co-produttore Hanhart, per la registrazione dell’album. Forse a causa delle recenti tribolazioni, le canzoni trasudano immagini forti ed atmosfere che trasformano le tribolazioni degli anni precedenti in qualcosa di ,molto più positivo.
Riconosciuti come una grande live band, gli Arena hanno un forte seguito che gli permette di suonare regolarmente in Europa con una grande risposta di pubblico. Recentemente, sulla più grande rivista olandese di prog rock I.O. Pages, i fan hanno votato Nolan come il miglior tastierista di tutti i tempi, davanti a giganti come Tony Banks e Rick Wakeman.
Alla fine del tour di supporto a ‘Immortal?’ gli Arena hanno pubblicato il loro secondo live album ‘Breakfast in Biarritz’.

autore: Arena official wesite