Libri !

10/03/2014, 18:15

  • inauguro una vecchia "rubrica":
    sto leggendo (completamente intrippato) "Doctor Sleep" di Stephen King sequel di un certo "Shining"... le vicende dell'ex ragazzino Danny con luccicanza, ora cresciuto, mi ha tirato completamente "dentro"... per fan "Kinghiani" o meno... consigliato!! : book : :mrgreen:
    Avatar utente
    TheWizard
     
    Messaggi: 249
    Iscritto il: 01/03/2014, 13:42

11/03/2014, 10:31

  • Buongiorno. Daniela l'ha letto... pensa: il suo primo libro di Stephen King... Dice che è molto bello. Se degno, e se ne trarranno un film, le Rane dovranno fare Shining 2...
    giovanni.digiovanno
     
    Messaggi: 532
    Iscritto il: 27/02/2014, 16:18
    Località: Roma

11/03/2014, 15:08

  • sto leggendo "La fine è il mio Inizio" di Tiziano Terzani.. lo so arrivo tardi (come con i Marillion !!) ma per chi non lo avesse ancora letto lo consiglio con tutto il cuore.. Innanzi tutto perché è la storia, la biografia di Terzani, la sua affascinante, invidiabile, avventuruosa vita e poi perché è un viaggio immenso, lunghissimo, multisensoriale, sconfinato..

    Vorrei condividerne alcune piccole parti, non le più belle, non le più significative.. solo alcune fra le tante così piene di immagini da permettere alle nostre anime davvero di viaggiare non solo nello spazio ma soprattutto nel tempo visto che purtroppo alcune di quelle millenarie civiltà ormai non sono altro che una ridicola e spersonalizzata immagine dell'Occidente consumistico..

    Leggo e l'anima va ad associare musiche già depositate nel cuore che si sposano a meraviglia..

    sensazioni che solo l'arte può regalare..


    CAMBOGIA

    per me l'oppio è un posto solo. Ce ne sono stati tanti altri in cui sono stato a fumare, a Vientiane, nel Laos, da una donna a cui ai tempi i francesi i vietminh avevano tagliato la lingua perchè aveva tradito un greto. Storie incredibili. Ma per me l'oppio è una grande capanna di paglia e legno poggiata su palafitte sopra un piccolo stagno e tenuta da Madame Chantal.
    Madame Chantal. Era una sino-khmer, cioè una cambogiana dalla pelle chiara. Era stata in un uno dei più grandi bordelli dell'Indocina, frequentato dai generali francesi, e poi si era messa in proprio. Aveva aperto una fumeria che era la più spartana che tu possa immaginare, un po' fuori dal centro, fuori dalle strade principali. Ci si arrivava con il cyclopousse. Tutti sapevano "Madame chantal".
    Si arrivava, si bussava, lei guardava da uno sportellino per vedere chi era. "Ah, Monsieur Moustache!"
    Io ero Monsieur Moustache, Signor Baffo. Ti spogliavi nudo, ti mettevi in sarong e venivi accompagnato in uno di quei piccoli cubicoli coperti da una bella stuioia cambogiana in paglia colorata. Nient'altro. Stavi lì disteso e poi arrivava lei. Si sedeva nella posizione del loto e cominciava a preparare le pipe con una cerimonia delle più esoteriche immaginabili. Era come una sacerdotessa, grassa, di pelle bianca, illuminata solo da questa lampada magica. Si muoveva con le ombre, ieratica, assente, come una divinità. Una divinità. Prendeva con due aghi l'oppio raffinatissimo e lo bruciava su piccole lampade maghiche. Il suo era veramente un rito...

    http://www.youtube.com/watch?v=mhmyQeUAzjI


    TIBET

    Successe che finalmente i comunisti ci dessero "andiamo a visitare il Ptala." Eravamo un gruppo di sette od otto giornalisti, guidato da un orribile cinese che non sapeva niente del Potala, perché, poveretto - educato al marxismo-leninismo, e spedito lì a Lhasa a fare la spia o la guida turistica o il poliziotto - lui del Tibet non sapeva niente.
    Nei corridoi interminabili dell'antica abitazione del Dalai Lama c'erano degli affreschi stupendi e tu potevi chiedere "Quello che è?" "Idoli".
    I Cinesi non conoscevano nemmeno i nomi degli dei. Niente, niente, niente. Stemmo lì alcune ore. Ci fecero vedere gli scantinati pieni di libri e loro ridevano all'idea che le madri tibetane ci portassero i loro figli e li passassero sotto le scaffalature piene di scritture perchè si imbevessero della loro santità e saggezza.
    Io lo trovavo bellissimo.
    Quando il gruppo risciese dalla grande scalinata per tornare verso l'autobus, a me venne l'idea di nascondermi nel Ptala. E quando sbatterono il portone, io rimasi chiuso dentro.
    Madonna, ero solo. Solo in questa reggia stupenda!
    Era l'ora del tramonto. Son salito - perchè si sente dov'è il centro - e sono arrivato sullo spalto più alto del Potala. Avevo davanti la piana di Lhasa, una delle cose dinanzi alle quali ti senti tu divino, o pensi che l'essere parte dell'umanità che ha fatto questo è un grande privilegio. Questa piana di Lhasa era stupenda. I cinesi dopo l'hanno rovinata, l'hanno cinesizzata con i loro supermercati, ma allora era ancora meravigliosa. C'era la vecchia città con gli ori, c'erano ancora le vecchie case con la gente che mangiava dai calderoni. E lassù ho goduto, proprio ho avuto un momento di rapimento. T'immagini: solo, sullo spalto più alto del Potala a guardare il tramonto su quella piana? Stupendo!

    CINA

    Tu pensa, un popolo che dedica il suo tempo ad allevare i grilli fuori stagione per poter sentire d'inverno, quando fuori nevica, la voce della primavera. Perché il grillo dove sta? Sta al caldo, in una piccola zucca vuota, che è la sua casa, nella tasca interna della tua giacca. Il tappo è d'avorio intarsiato o a volte anche di giada, bellissimo.
    Di nuovo, la cosa che mi affascinava era che i cinesi non prendevano la prima zucca dell'orto e la mettevano a seccare. No! Quando la zucca veniva fuori dalla terra la mettevano in uno stampo di argilla nelle cui due metà erano incisi dei simboli, così che la zucca, crescendo, premesse nei vuoti dell'incisione e quando si riaprivano le due metà lo stampo avesse impresso sulla zucca i caratteri della lunga vita o della felicità. Ma te lo immagini?

    http://www.youtube.com/watch?v=3jMsN-L6-_E



    Wow! per fortuna ho fatto dattilografia :oops:

    questi sono solo assaggi.. è da leggere! Buon viaggio Freaks!
    coming Together .. driven by Beauty
    Avatar utente
    wendy
     
    Messaggi: 87
    Iscritto il: 27/02/2014, 12:29
    Località: Torri Del Benaco VR

11/03/2014, 16:47

  • giovanni.digiovanno ha scritto:Buongiorno. Daniela l'ha letto... pensa: il suo primo libro di Stephen King... Dice che è molto bello. Se degno, e se ne trarranno un film, le Rane dovranno fare Shining 2...


    dai... senza neanche passare per Shining ?! non male cmq come inizio... :P
    credo proprio che faranno il film... ed il disco delle Rane non sarebbe niente male come idea !! : Chef : : Prosit : ;)
    Avatar utente
    TheWizard
     
    Messaggi: 249
    Iscritto il: 01/03/2014, 13:42

11/03/2014, 16:53

  • wendy ha scritto:sto leggendo "La fine è il mio Inizio" di Tiziano Terzani.. lo so arrivo tardi (come con i Marillion !!) ma per chi non lo avesse ancora letto lo consiglio con tutto il cuore..
    ....
    questi sono solo assaggi.. è da leggere! Buon viaggio Freaks!


    hey mi unisco al "consiglio": "La fine è il mio Inizio" di Terzani è uno dei miei libri preferiti in assoluto, lo rileggo periodicamente... capolavoro, Terzani personaggio unico! : WohoW :

    PS. era uscito un paio di anni fa, mi pare, pure il film tratto dal libro... niente male :D : Bash :
    Avatar utente
    TheWizard
     
    Messaggi: 249
    Iscritto il: 01/03/2014, 13:42

14/05/2014, 10:54

  • Intervengo anch'io in questa rubrica per pubblicizzare un testo che ho appena presentato in una serata memorabile dedicata ai KING CRIMSON:
    "ISLANDS. Testi commentati" di Donato Zoppo.
    Il Re, tra i tanti primati, ha certamente quello di aver avviato la grande stagione del progressive. Sarà la voce del mitico John Peel a definire così la musica dei King Crimson. C'è un grande periodo di incubazione tra il '66 e il '67, in particolare con i Beatles, certamente i più visibili, senza dimenticare Moody Blues e Traffic, ma sarà la corte frippiana a dare concretezza nel suono e nelle strutture al movimento Progressive.
    È un libro consigliatissimo a tutti gli appassionati, tenuto conto che dei KC esistevano finora solo due testi, tra l'altro fuori commercio. Ma c'è dell'altro: competenza, complessità di riferimenti (Pete Sinfield, in particolare, non può essere considerato un semplice paroliere), capacità di allargare lo sguardo ben oltre il rock. Ne esce un quadro composito e veramente completo sul fenomeno crimsoniano.

    Nota di colore: durante la presentazione non ho potuto fare a meno di citare i Marillion più volte, attirando la curiosità di Donato...
    Ad un cero punto ho detto testualmente "Bisogna stare attenti quando si parla dei Marillion in presenza di Sesto Tesla Empirico. Posso anche uccidere!" : Chessygrin :

    Immagine

    Immagine
    «Easy, you said I was easy. This world sharpens teeth. Eat your words...»
    Avatar utente
    Maldon
     
    Messaggi: 77
    Iscritto il: 04/03/2014, 18:00

14/05/2014, 17:52

  • Maldon ha scritto:Intervengo anch'io in questa rubrica per pubblicizzare un testo che ho appena presentato in una serata memorabile dedicata ai KING CRIMSON:
    "ISLANDS. Testi commentati" di Donato Zoppo.
    Il Re, tra i tanti primati, ha certamente quello di aver avviato la grande stagione del progressive. Sarà la voce del mitico John Peel a definire così la musica dei King Crimson. C'è un grande periodo di incubazione tra il '66 e il '67, in particolare con i Beatles, certamente i più visibili, senza dimenticare Moody Blues e Traffic, ma sarà la corte frippiana a dare concretezza nel suono e nelle strutture al movimento Progressive.
    È un libro consigliatissimo a tutti gli appassionati, tenuto conto che dei KC esistevano finora solo due testi, tra l'altro fuori commercio. Ma c'è dell'altro: competenza, complessità di riferimenti (Pete Sinfield, in particolare, non può essere considerato un semplice paroliere), capacità di allargare lo sguardo ben oltre il rock. Ne esce un quadro composito e veramente completo sul fenomeno crimsoniano.

    Nota di colore: durante la presentazione non ho potuto fare a meno di citare i Marillion più volte, attirando la curiosità di Donato...
    Ad un cero punto ho detto testualmente "Bisogna stare attenti quando si parla dei Marillion in presenza di Sesto Tesla Empirico. Posso anche uccidere!" : Chessygrin :

    Immagine

    Immagine


    Wow... tanta roba! : book : : book :

    proprio oggi ho riascoltato "Lizard" dei Crimson... sempre uno spettacolo : Chessygrin :
    Avatar utente
    TheWizard
     
    Messaggi: 249
    Iscritto il: 01/03/2014, 13:42

16/05/2014, 19:26

  • Non a caso Donato Zoppo mi "laika" tutte le cose marilliche che condivido su Facebook :D

    Gran bel libro, anche se sono ancora all'inizio. Però mi ricorda il concerto dei Crimson ProjeKCt : Love 2 :
    "So now I'm found
    Beyond the rocket-burst among the burned out fireworks
    In November "
    Avatar utente
    Ashes
     
    Messaggi: 195
    Iscritto il: 27/02/2014, 12:57



Torna a Discussioni generali




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite