la notizia musicale che non avrei mai voluto sentire


  • e pensare lo scorso anno per 2 volte a Pisa all'inizio di settembre ed 19-10 concerto acustico vicino a Giulianova potevano essere 2 fine settimana indimenticabili, sono anche 2 zone che non conosco, musica e turismo, ma avendo una palla al piede non si è fatto nulla.
    Continuerò se c'è qualche cosa che mi piace ad andarci da solo, come faccio da un pezzo, per esempio riandare a vedere in trasferta il Cesena.

    http://www.youtube.com/watch?v=DR045io3_Bg
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 186
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • Ti abbiamo pensato, Domé :)

    Gran brutta notizia. E mi sta bene, così la prossima volta faccio meno il prezioso quando ho l'occasione di vedere certa gente dal vivo.
    "So now I'm found
    Beyond the rocket-burst among the burned out fireworks
    In November "
    Avatar utente
    Ashes
     
    Messaggi: 195
    Iscritto il: 27/02/2014, 12:57


  • anch'io t'ho pensato Domé! Dispiace un sacco anche a tutti noi.. pensa che io, da perfetta TORDA, ho sempre rimandato.. ed ecco! mai visto, ascoltato live... xxxxx!!! sospirone.......
    coming Together .. driven by Beauty
    Avatar utente
    wendy
     
    Messaggi: 87
    Iscritto il: 27/02/2014, 12:29
    Località: Torri Del Benaco VR


  • E' dal 1973 (avevo 15 anni) che conosco il Banco, ed è di gran lunga il gruppo che ho visto di più anche perchè per fortuna dal vivo non suona le pessime cose prodotte da Urgentissimo in poi, salvo Moby Dick che è passabile,
    vista l'età di alcuni componenti la possibilità che smettessero di suonare poteva starci, non so se continueranno
    con un altro cantante, in caso affermativo rimane solo Vittorio Nocenzi a rischio, gli altri sono abbastanza giovani
    per mantenere vivo il BMS.

    Altro errore che ho fatto è di non aver visto Guccini da tempo, visto che si è ritirato, mi rimane Danilo Sacco con i sui musicisti che ripropone il suo repertorio, ma non è la stessa cosa.
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 186
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • Ben ritrovato, Domenico. Anche la mia Daniela e io ti abbiamo pensato il 21 Febbraio quando abbiamo appreso, da Le Ranestrane che erano sul palco del Xroads, l'accaduto. Ci dispiace tantissimo per Di Giacomo e anche per te. Ma la sua opera è viva, e anche lui sta suonando e cantando con quelli (troppi) che da un po' hanno deciso di deliziare il "Signore dei Dischi" (per citare anche Freak Antoni degli Skiantos). Baci. G/Walter
    giovanni.digiovanno
     
    Messaggi: 532
    Iscritto il: 27/02/2014, 16:18
    Località: Roma


  • E' dispiaciuto moltisssimo anche a me.
    fortunatamente sono riusciti a vederli 4 volte e anche a conoscere Di Giacomo e Nocenzi una sera per caso, in un pub di roma.
    penso che ognuno di noi, dopo al notizia, abbia rivolto un piccolo pensiero a te domenico ;)
    Ormai per noi eri diventato una specie di "parente acquisito" del BMS

    Per quanto riguarda Sacco, posso dirti che si è trasferito qui vicino da me, in un paese marsicano che dista qualche km da Avezzano.
    Ogni tanto lo si vede in giro.
    se vuoi la prossima volta gli chiedo se può venire a suonare sotto casa tua :)
    alxnever
     
    Messaggi: 50
    Iscritto il: 27/02/2014, 15:03


  • In Romagna Francesco Guccini è molto conosciuto almeno per gente di una certa età, e non farebbe fatica Danilo Sacco a trovare un locale per un concerto.
    Venerdì 28/02 ho visto a Cesena i Nomadi ed erano presenti almeno mille persone, la possibilità di fare un buco nell'acqua dovrebbe essere impossile.
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 186
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • sono appena tornato sul forum, e questo è il thread a cui voglio dare la precedenza:
    non so quanti anni hai tu, Domenico, io sono del 1959 e il Banco l'ho visto per la prima volta dal vivo al Teatro Malibran a Venezia nel tour di presentazione di "Banco!", il disco "inglese", alla presenza di Keith Emerson, visto che la Manticore era la casa discografica per l'estero; all'epoca avevo tutti i loro LP ed erano (e lo sono ancora) il mio gruppo di prog italiano preferito.
    la perdita di Francesco per il prog secondo me è incolmabile e il Banco non potrà più essere lo stesso senza di lui, ho finito di andarli a sentire, Vittorio Nocenzi da solo non potrà sostituire con nessun'altra voce la sua, inarrivabile.
    l'ho scritto anche in altri posti, "dopo, niente è più lo stesso"... : Sad : : Sad : : Sad :
    paolo.cordella
     
    Messaggi: 28
    Iscritto il: 13/03/2014, 17:23


  • Ho scritto in precedenza, nel 1973 avevo 15 anni quindi sono del 1958, la prima volta li ho visti a Cesena ma non riesco a ricordare in quale occasione, ho tutti i dischi fino al pessimo Urgentissimo e quello dove c'è Moby Dick,
    però solo versioni in italiano e non ho mai voluto sentire i pezzi in inglese e non li sentirò mai.
    Dopo un lungo periodo senza averli visti dal vivo, ho ricominciato a vederli 4/5 anni fa, a Mantova Palazzo Te dovevo andare in val di Fassa ed ho anticipato la partenza di un giorno e fino al 2012 li ho visti diverse volte
    a Milano a Roma e poi in Emilia Romagna, l'ultimo estate 2012 vicino a Cattolica
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 186
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • è stato veramente assurdo apprendere la notizia della scomparsa di Francesco Di Giacomo
    è avvenuto nella maniera più paradossale che potessi immaginare: 5 minuti prima di un concerto, in un camerino, con Steve Rothery accanto!
    tutti noi siamo rimasti estremamente colpiti, soprattutto dalle circostanze tragiche che hanno privato il mondo di uno dei suoi più grandi artisti e sognatori
    con orgoglio posso dire che quella sera abbiamo dato il 110% anche in virtù del fatto che ci sentivamo in qualche modo "responsabili" nel fare musica quella sera così strana, così dolorosa da questo punto di vista
    è stato bello poter dedicare intimamente (ognuno di noi) la propria performance alla memoria di Francesco e alla sua voce, al suo lascito che è già storia ...
    da quel momento la sua musica cominciava una nuova vita, la vita degli immortali
    apro una piccola parentesi:
    per noi artisti emergenti questo rappresenta un momento storico particolare, devo dire piuttosto difficile
    scrivere e comporre musica resta meraviglioso sempre, e anche il rapporto con il pubblico quando si ha la possibilità di un'esibizione
    ma tutto ciò che si frappone tra queste due meraviglie è sempre più avvilente e sconfortante
    non c'è più coraggio da parte di chi dovrebbe sostenere un certo tipo di musica ... le band che cercano di diffondere la loro musica trovano soltanto porte chiuse o sono obbligate a chissà quali compromessi per raggiungere magari un esibizione ad un festival o una rassegna
    cosa resta a noi artisti per iniettarci ogni giorno nuovo amore, nuovo spirito d'avventura, nuovo senso di sfida, nuova ispirazione? L'ESEMPIO DEI GIGANTI, di persone come Francesco e tanti altri che hanno tracciato nel tempo la rotta, che ci hanno insegnato al di là delle note e dei suoni, cosa significa CREARE, SPERIMENTARE, SOGNARE e difendere SEMPRE le proprie idee, le proprie illusioni, le proprie emozioni ... anche quando (non di rado) ci si sente davvero come dei Don Chisciotte che si scornano col vento e coi mulini

    ieri Roberto Scorta (fotografo ufficiale del Xroad) ha pubblicato un video del momento in cui Daniele ricorda questo grande artista dopo il finale di Odyssey
    https://www.youtube.com/watch?v=wZujigFzM98
    Life’s too short for standing still

    I know you know that I pray
    For the phone-call that takes me away

    There are scars in our eyes
    From a thousand goodbyes ...
    Avatar utente
    Essence
     
    Messaggi: 68
    Iscritto il: 27/02/2014, 13:01
    Località: Neverland

Prossimo


Torna a Discussioni generali




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
cron