GAZPACHO

23/09/2019, 20:50

  • Devo dire che con un grande senso di colpa apro questo topic su questa band sponsorizzata tanti anni orsono dai nostri 5 signorini.
    Il senso di colpa è dovuto dal fatto che solo ora mi è capitato di comprare e ascoltare un loro lavoro.
    .....é andata a finire che ho preso l' intera discografia in studio.
    Veramente bravi ; il primo album "Bravo" è un pò più grezzo (addirittura auto produzione) ma molto interessante ma dal secondo in poi il fiore è sbocciato alla grande. Da "Night" ( il 4° album) all'ultimo "Soyuz" (il 10° del 2018) sono una meraviglia dietro l'altra.
    Oltre il fatto che tre di loro facevano parte del fanclub "nordico" dei nostri, i primi album spinti dalla intact e che sul terzo album c'è pure una "perla" di Ciccio..che dire!!
    Forte anche che sui loro dischi c'è sempre il ringraziamento ai Marillion o comunque a H.
    Per me la loro musica spazia tra Marillion , Radiohead ( il meglio) Muse (il meglio) Porcupine Tree ( il meglio) ed una spruzzatina dei Floyd e atmosfere folk.
    La voce di Ohme ( il cantante) è molto bella e nelle parti soft è uno dei pochi che mi ricorda effettivamente Hogarth...come sensibilità ed interpretazione non come duttilità ed estensione dove H è nettamente superiore.
    Il bello dei loro album è che crescono sempre di più ad ogni ascolto e soprattutto perche' ogni album ha la sua atmosfera ( infatti è un delitto estrapolare singole canzoni).
    A voi marillioniani ..un parere?
    Che ne pensate di questa "zuppa fredda"? : Bash :
    Apprezzati nei marillion weekend?
    hollowman
     
    Messaggi: 334
    Iscritto il: 17/05/2016, 19:48

25/09/2019, 21:22

  • Premetto che non conosco integralmente la loro discografia.
    Mi piace molto Night (Dream of Stone su tutto), e apprezzo anche l'ultimo Soyuz (Emperor bespoke, Soyuz out...). Degli altri lavori ho ascoltato solo delle parti qui e là.
    Li trovo alle volte un po' troppo quieti e atmosferici per i miei gusti, ma, soprattutto, non gradisco molto il cantato un po' strascicato del cantante che a volte, parere personalissimo, va a detrimento della loro proposta musicale. Con un Hogarth alla voce, beh, sarebbero su un altro livello.
    A loro preferisco i conterranei Airbag, anche se con retroterra culturale un po' differente (ex band cover dei Floyd).
    Returner68
     
    Messaggi: 91
    Iscritto il: 10/04/2018, 14:33

26/09/2019, 22:05

  • Returner68 ha scritto:Premetto che non conosco integralmente la loro discografia.
    Mi piace molto Night (Dream of Stone su tutto), e apprezzo anche l'ultimo Soyuz (Emperor bespoke, Soyuz out...). Degli altri lavori ho ascoltato solo delle parti qui e là.
    Li trovo alle volte un po' troppo quieti e atmosferici per i miei gusti, ma, soprattutto, non gradisco molto il cantato un po' strascicato del cantante che a volte, parere personalissimo, va a detrimento della loro proposta musicale. Con un Hogarth alla voce, beh, sarebbero su un altro livello.
    A loro preferisco i conterranei Airbag, anche se con retroterra culturale un po' differente (ex band cover dei Floyd).


    Ciao Returner,
    grazie per le tue impressioni.
    Beh...sicuramente H è di un altro livello su questo non ci piove ( a livello tecnico) ma trovo comunque che la voce di Ohme sia funzionale alla musica della band. Sicuramente non una voce potente ma piacevole ed interpretativa e sicuramente una delle migliori che ho sentito negli ultimi tempi in ambito prog/rock.. Per esempio io non sopporto proprio quel cantato alla Flower King (e sono molti che cantano cosi'); non mi emoziona lo trovo freddo , apatico. Gli Arena rovinati dal nuovo cantante, i Pendragon una lagna continua a livello vocale, i Sylvan niente de che , la voce di Josh dei Mostly Autumn non e' proprio da ricordare ( salvato dalle femminucce) etcc...quindi ben venga una voce come Ohme. Ci sono molte band interessanti a livello musicale ma secondo me latitano sulla parte vocalist.
    La musica dei Gazpacho è una musica d' insieme, pochi assoli ma un atmosfera che ti culla (altra band da sentire tassativamente in cuffia al buio).
    È vero...e' prevalentemente soft ma mai noiosa o infarcita di loop elettronici o al limite del cacofonico come i Radiohead o meglio i dischi solisti del loro "genietto"!
    È da tempo che l'onda nordica porta buone cose ( esempio Pain Of Salvation). Gli Airbag sicuramente sono una delle proposte piu' interessanti ultimamente (dovrebbe uscire il loro quinto lavoro a breve) ma li trovo in molte parti esageratamente debitori della musica dei Floyd .
    A volte trovo invece "spinte eccessive" da parte della "stampa ormai in web" su alcune band (es. Riverside e Pineapple Thief) che onestamente per me si fermano sul piacevole e nulla più.
    Mio pensiero che i Gazpacho hanno qualcosa in piu'.
    hollowman
     
    Messaggi: 334
    Iscritto il: 17/05/2016, 19:48

29/09/2019, 20:59

  • hollowman ha scritto:
    Ciao Returner,
    grazie per le tue impressioni.
    Beh...sicuramente H è di un altro livello su questo non ci piove ( a livello tecnico) ma trovo comunque che la voce di Ohme sia funzionale alla musica della band. Sicuramente non una voce potente ma piacevole ed interpretativa e sicuramente una delle migliori che ho sentito negli ultimi tempi in ambito prog/rock.. Per esempio io non sopporto proprio quel cantato alla Flower King (e sono molti che cantano cosi'); non mi emoziona lo trovo freddo , apatico. Gli Arena rovinati dal nuovo cantante, i Pendragon una lagna continua a livello vocale, i Sylvan niente de che , la voce di Josh dei Mostly Autumn non e' proprio da ricordare ( salvato dalle femminucce) etcc...quindi ben venga una voce come Ohme. Ci sono molte band interessanti a livello musicale ma secondo me latitano sulla parte vocalist.
    La musica dei Gazpacho è una musica d' insieme, pochi assoli ma un atmosfera che ti culla (altra band da sentire tassativamente in cuffia al buio).
    È vero...e' prevalentemente soft ma mai noiosa o infarcita di loop elettronici o al limite del cacofonico come i Radiohead o meglio i dischi solisti del loro "genietto"!
    È da tempo che l'onda nordica porta buone cose ( esempio Pain Of Salvation). Gli Airbag sicuramente sono una delle proposte piu' interessanti ultimamente (dovrebbe uscire il loro quinto lavoro a breve) ma li trovo in molte parti esageratamente debitori della musica dei Floyd .
    A volte trovo invece "spinte eccessive" da parte della "stampa ormai in web" su alcune band (es. Riverside e Pineapple Thief) che onestamente per me si fermano sul piacevole e nulla più.
    Mio pensiero che i Gazpacho hanno qualcosa in piu'.


    Mi trovi praticamente d'accordo su tutto.
    Effettivamente, mentre i grandi gruppi prog anni '70 curavano moltissimo la qualità vocale del frontman (e qui si possono fare esempi a iosa, da Gabriel a Wetton, da Collins a Lake...), e ancora negli anni '80 il vocalist era un elemento essenziale (a parte i Pendragon, ma purtroppo Nick Barrett non si è mai voluto limitare a esserne "solo" vocalist e compositore), negli ultimi anni in parecchi gruppi il punto debole trovo che sia proprio il cantante.
    La voce dei Gazpacho non è proprio immediata, tipo quella del cantante dei Muse (per citare un gruppo a cui loro sicuramente si sono ispirati) o quella del cantante dei Lazuli. E' certamente efficace. E un trittico di qualità musicale eccelsa come Night - Tick Tock - Missa Atropos (mi hai spinto ad ascoltarli tutti in questi giorni) non credo nessuno in questi anni sia stato in grado di replicarlo, per cui, hai ragione, da un punto di vista prettamente musicale probabilmente sono di un livello superiore.
    Citavo gli Airbag (sì, sono in dirittura d'arrivo per il nuovo album), che a me piacciono molto, e che ascolto sicuramente di più dei Gazpacho, anche per la loro immediatezza, certamente derivante dal fatto che il loro genere è di più facile presa di quello scelto dai Gazpacho (peraltro, se mi posso permettere, non sono proprio dei nomi di band che mi facciano impazzire), essendo molto ispirato a Floyd e Porcupine Tree dei primi anni.
    L'onda nordica, a partire da Anglagard e Anekdoten (anche loro con 'sto cantato un po' strascicato, tra l'altro), e per finire ai già citati e ai Wobbler, per esempio, è una vera fucina di gruppi interessanti.
    By the way, non sopporto i Radiohead, i Riverside non mi dicono assolutamente nulla, come i Flower Kings e gli Arena, mentre mi piacciono abbastanza gli ultimi Pineapple Thief (anche qui un nome veramente del cavolo per una band). E apprezzo molto le voci femminili, per cui ascolto volentieri i Magenta, e qualcosa degli Anathema.
    Ps: non ascolto mai la musica in cuffia e al buio, e sarà per questo che, fino ad oggi, non sono riuscito a digerire Brave :oops:
    Returner68
     
    Messaggi: 91
    Iscritto il: 10/04/2018, 14:33

01/10/2019, 6:29

  • Ah ah ah... é vero per i nomi si poteva fare di meglio e qui gli Airbag vincono a mani basse!! :lol:
    Sicuramente non c'è confronto con il passato (soprattutto anni 70), c'era un gusto nel "raccontare" la canzone/storia difficilmente ripetibile oggi e quindi il gusto interpretativo da parte dei vocalist era più spiccato.
    Paradossalmente, negli ultimi tempi, sono uscite voci più interessanti in ambito prog/metal che nel puro prog (escludendo tutta la serie dei pseudo La Brie). Daniel Gildenlow, Damian Wilson e Russell Allen sono secondo me grandi cantanti a prescindere dallo stile musicale.
    A volte è anche come viene utilizzato il vocalist. Esempio il La Brie degli Ayreon è nettamente migliore della sua casa madre "del teatro dei sogni".E la scelta e l'utilizzo delle voci che fa Lucassen nelle sue opere rock risulta superiore per esempio alle voci utilizzate da Morse nella sua ultima "odissea religiosa" ( voce sua compresa).
    In ambito prog è vero che gli ampi spazi dedicati alle parti musicali sono importanti ( ....quello che si rinfaccia a H qualche volta..) ma si è dimenticato di quanto un grande vocalist è fondamentale per questa corrente musicale. Un Barrett quindi deve suonare semplicemente la chitarra non cantare e trovare un cantante.
    Le voci femminili (ambito prog) mi garbano anche se a piccole dosi (Floor Jansen è un portento). Magenta e Mostly Autumn molto piacevoli mentre non sopporto gli Anathema (non capirò mai perché trovo antipatici i "fratellini").
    Per i Gazpacho ti consiglio anche March of Ghosts e Demon ( ma come ho detto, per me tutta la loro attuale discografia è molto bella).
    Noooo..Brave nooooo. Ah ah scherzo...prova ad ascoltare il nuovo mix di Wilson..facilta l'ascolto di una registrazione "non facile".
    Scusa se ci sono errori ma io con il telefonino mi impicco!! :P
    hollowman
     
    Messaggi: 334
    Iscritto il: 17/05/2016, 19:48

01/10/2019, 19:16

  • Ho ascoltato il nuovo mix, e mi ha colpito favorevolmente. Soprattutto, i suoni mi sono sembrati piú chiari e meno 'pastosi'. Approfondiró.
    Hai ragione anche sui vocalist prog metal, alcuni davvero molto bravi. È un genere che però non ho mai frequentato molto perché l'ho trovato sempre un po' freddo.
    Anche io mi incasino col cellulare... eehh, sono un po' vecchiotto...
    Returner68
     
    Messaggi: 91
    Iscritto il: 10/04/2018, 14:33



Torna a Discussioni generali




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
cron