Pagina 1 di 2

CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 02/10/2019, 23:04
da hollowman
Fish ha inserito su facebook la comunicazione che elimina dalla distribuzione normale (amazon) la sua discografia (tranne l'ultimo EP) per problemi iva, costi etcc. Si rammarica della sua distribuzione interna per spese sostenute, resi, preparazione manuale dei bollini di normativa etcc...insomma si lamenta.
Volevo fare un grosso applauso per l'ennesimo suicidio commerciale. E poi chiede consigli...a noi? Dopo 40 anni nel mondo della musica? Semplice continua ad affidarti alla chocolate frog's e vedrai che tutto si risolve.
I nostri 5 baldi uomini che decidono al momento di distribuire il cd con l'orchestra ( e si tratta praticamente del 19° studio album) con racket.
Si lamentavano del loro momento buio (da engine a .com) e poi vediamo case di distribuzioni..cosa Castle? Sanctuary?
Libretti dei cd (edizioni della normale distribuzione) con 2 fogli e a malapena i testi ( vedere Sounds e Happiness).
Dischi live da record tempi di registrazione...che figo.. tanto a chi frega se sono confezionati con custodie da giornalaio e con dischi che sembrano passati sopra un trattore ( e hanno fatto pure il video con il confezionamento con i guanti). Edison's Children con numero di copie nella vendita normale che bastano per la famiglia di Pete.
..ma dai Hollowman è tempo di crisi, il mercato musicale non è quello di prima, sopravvive chi si produce e distribuisce internamente...mah..mi sorge spontanea una domanda allora:
e le altre band che fanno?
Sono morte, sono sull'orlo dello scioglimento...no no producono tanti dischi, prodotti incisi a dovere ( ..altra cosa che non sempre riesce ai nostri) e udite udite oltre ad avere anche loro un sito interno dove si possono comprare i loro dischi li mettono anche nella distribuzione di vendita normale..si si anche per " i miseri mortali". Sono folli? Sono pazzi?
No semplicemente si affidono a case distributrici capaci e che oltre e curare i propri interessi..pensate un pò curano anche l'artista.
Kscope (chiedere ad H), Inside Out (chiedere a God e Pete) Frontiers, Nuclear Blast etcc..tutte case che seguono artisti non nuotano nell'oro e che hanno meno successo al massimo uguale a quello dei nostri.
Cosa chiede il cliente finale oggi:
1) tempi veloci di consegna e tracciabilita'
2) prodotti di qualità e confezionati bene
3) reperire il prodotto....ovunque!!
Sbagliare é umano ma perseverare è diabolico!!
Quindi caro Fish e cari Marillion basta un semplice:
MEA CULPA.

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 09/10/2019, 15:14
da alberto68
Grazie per lo sfogo, il mio parere personale è:

Il mondo sta cambiando velocemente, i negozi fisici in generale stanno scomparendo o sono in grosse difficoltà a favore di negozi virtuali (ha cominciato pure il mercato dell'automobile a muoversi in questo senso).

Nel mercato della musica addirittura il "prodotto" si sta smaterializzando (non più supporto fisico).

Sono quindi convinto che chi non si adegua al cambiamento è perduto.

Per quel che riguarda i Marillion:

visto che gran parte dei suoi fan sono dinosauri come noi, che prediliscono il supporto fisico per mille ragioni, mettono a disposizione diverse versioni a prezzi crescenti dei loro lavori:

partendo dal demateriallizzato fino alla Deluxe edition autografata. Per permettersi la deluxe edition, si devono per forza "accontentare" di auto-distribuire il prodotto tramite la Racket, altrimenti i costi non sarebbero sostenibili.

Per il disco appena uscito, non credo che commercialmente abbia per il momento senso di produrre tutta la gamma di prodotti fisici. Se dovesse avere un successo strepitoso magari in futuro...

Per le mie esigenze incentrate puramente sulla musica, io mi sono sempre trovato bene con la Racket: quindi sono soddisfatto. Non mi sembra che chi abbia comprato le versioni fisiche più belle si sia poi lamentato della loro qualità.

Secondo me i Marillion sono avanti a tutti in questo: sono sempre riusciti ad anticipare il mercato se non addirittura a tracciarne la direzione.

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 09/10/2019, 21:13
da hollowman
alberto68 ha scritto:Grazie per lo sfogo, il mio parere personale è:

Il mondo sta cambiando velocemente, i negozi fisici in generale stanno scomparendo o sono in grosse difficoltà a favore di negozi virtuali (ha cominciato pure il mercato dell'automobile a muoversi in questo senso).

Nel mercato della musica addirittura il "prodotto" si sta smaterializzando (non più supporto fisico).

Sono quindi convinto che chi non si adegua al cambiamento è perduto.

Per quel che riguarda i Marillion:

visto che gran parte dei suoi fan sono dinosauri come noi, che prediliscono il supporto fisico per mille ragioni, mettono a disposizione diverse versioni a prezzi crescenti dei loro lavori:

partendo dal demateriallizzato fino alla Deluxe edition autografata. Per permettersi la deluxe edition, si devono per forza "accontentare" di auto-distribuire il prodotto tramite la Racket, altrimenti i costi non sarebbero sostenibili.

Per il disco appena uscito, non credo che commercialmente abbia per il momento senso di produrre tutta la gamma di prodotti fisici. Se dovesse avere un successo strepitoso magari in futuro...

Per le mie esigenze incentrate puramente sulla musica, io mi sono sempre trovato bene con la Racket: quindi sono soddisfatto. Non mi sembra che chi abbia comprato le versioni fisiche più belle si sia poi lamentato della loro qualità.

Secondo me i Marillion sono avanti a tutti in questo: sono sempre riusciti ad anticipare il mercato se non addirittura a tracciarne la direzione.


Ciao Alberto, è un piacere leggerti.
Allora , per grande distribuzione non intendo solo i negozi classici ( purtroppo ormai veramente rari) ma anche tutti i normali canali di distribuzione odierni quindi anche tramite rete.
Esempio; se io effettuo un ordine tramite Amazon, il giorno dopo ho il cd in mano pronto per l"ascolto, possiamo dire la stessa cosa con racket? Penso proprio di no. Affidare la vendita del proprio prodotto esclusivamente tramite la loro piccola realtà è sotto molti aspetti limitante.
Quante copie vendera' Fish del suo nuovo disco in questo modo? Quanti sapranno di una sua uscita in questo modo?
Io non dico che la racket non sia di qualità ma che molte volte il confezionamento e le incisioni (es. Live in Glasgow, Christmas Tour etccc) lasciano molto a desiderare, senza calcolare la tempistica e la tracciabilita' delle loro spedizioni.
Assolutamente d'accordo sulle Deluxe Edition, ma lascia almeno che il cd semplice sia distribuito normalmente.
Inoltre la Deluxe a 200 pagine di libretto, e il normale cd a 2 pagine di libretto? C'è un pò troppa differenza non credi?
Avevo visto in passato un netto miglioramento: l' uscita nei normali canali di 10 live racket, l'uscita del live alla Royal e ora ritorniamo indietro con il cd orchestra (oltretutto un disco studio e con i soldi spesi per lo studio di Gabriel). Qual'è il criterio?
"Potrebbe non essere vantaggioso commercialmente":
ma scusa Alberto; pain of salvation, ayreon, gazpacho, flower kings, pineapple thief, iq, pendragon; etcccc ti sembrano gruppi che possono permettersi di perdere soldi? Ti sembrano gruppi che vendono milioni di dischi?
E allora perche' loro utilizzano anche la normale distribuzione per tutti i loro prodotti?
Il crowfunding viene fatto da molti adesso ma dopo non limita l'uscita nella normale distribuzione.
Internet per i Marillion è stata un ancora di salvezza ma dettato anche da continue scelte commerciali errate da parte loro ( non si sono mai legati ad una casa discografica competente e di qualità).
Il cd per noi " dinosauri" è sacro e ancora il miglior modo di ascoltare musica rispetto al formato non fisico.
Se incominciamo anche a limitarlo ad un canale esclusivo allora siamo proprio messi male!

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 10/10/2019, 15:16
da Returner68
Nella foga dello sfogo ;-) hai messo insieme tante questioni differenti.
Io distinguerei tra Fish e i Marillion.

Anche io ho letto il post in cui Fish dichiara di ritirare da Amazon tutto, tranne il nuovo EP, per questioni legate alla difficoltà di ottemperare i rigidi criteri stabiliti da Amazon per i fornitori. Su questo sono d'accordo con te, è un suicidio commerciale. Metti pure il caso che metta in vendita su Amazon il prossimo CD Weltschmerz (o come cavolo si scrive), togliere il resto dei prodotti è incomprensibile. Ci sono un sacco di fornitori su Amazon, e solo lui non è in grado di rispettare le politiche del sito? Mah... Cita un caso su un rimborso a un brasiliano per un ritardo nella spedizione, se ben ricordo, ma ci sono fior di venditori su Amazon che hanno tempistiche di consegna elevate (i cinesi, ad esempio), basta dichiararlo. Ma il Pescione non è nuovo a scelte strane. Parla di annullare il tour della prossima primavera in Europa causa Brexit, quando fior di band britanniche (Marillion compresi) andranno in tour a breve, quindi con un potenziale impatto della Brexit ben maggiore. Ma le sue scelte opinabili sono iniziate al momento della fuoriscita dal gruppo, non oggi. Una vicenda del tutto secondaria, che però mi riguarda direttamente, è l'annullamento nel 1990 della data di Torino del Vigil tour per andare a vedere Brasile - Scozia allo stadio delle Alpi, per i mondiali di calcio: ma come, sei al tuo primo tour solista, hai già delle difficoltà legate alla causa con la EMI ecc. e fai saltare un concerto per una partita di calcio, pure insulsa! Da non credere...

Per i Marillion secondo me è diverso. E' vero che loro dicono che questo sarà il 19esimo disco in studio del gruppo, e tecnicamente è vero, ma non credo si facciano illusioni su vendite di platino di questo nuovo prodotto. Si tratta, alla fine, di rielaborazioni di brani già editi altrove, e quindi giocoforza destinato ad una platea ridotta di acquirenti. E secondo me è per questo che la prevendita è limitata al sito della Racket (non si sa ancora sul "dopo", ovvero se a catalogo venga poi inserito sulle varie piattaforme di vendite). Se consideri, ad esempio, il nuovo AOS Deluxe è tranquillamente prenotabile su Amazon: è vero, è una riedizione EMI, ma comunque tutto il loro catalogo vecchio è disponibile su quella piattaforma. Ed anche "cose strane" come The best live, All one tonight, Clocks already ticking ecc. Quindi alla fine è una scelta, per me, comprensibile, con un approccio decisamente più realista di quello di Fish al mercato online.

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 10/10/2019, 17:00
da hollowman
Returner68 ha scritto:Nella foga dello sfogo ;-) hai messo insieme tante questioni differenti.
Io distinguerei tra Fish e i Marillion.

Anche io ho letto il post in cui Fish dichiara di ritirare da Amazon tutto, tranne il nuovo EP, per questioni legate alla difficoltà di ottemperare i rigidi criteri stabiliti da Amazon per i fornitori. Su questo sono d'accordo con te, è un suicidio commerciale. Metti pure il caso che metta in vendita su Amazon il prossimo CD Weltschmerz (o come cavolo si scrive), togliere il resto dei prodotti è incomprensibile. Ci sono un sacco di fornitori su Amazon, e solo lui non è in grado di rispettare le politiche del sito? Mah... Cita un caso su un rimborso a un brasiliano per un ritardo nella spedizione, se ben ricordo, ma ci sono fior di venditori su Amazon che hanno tempistiche di consegna elevate (i cinesi, ad esempio), basta dichiararlo. Ma il Pescione non è nuovo a scelte strane. Parla di annullare il tour della prossima primavera in Europa causa Brexit, quando fior di band britanniche (Marillion compresi) andranno in tour a breve, quindi con un potenziale impatto della Brexit ben maggiore. Ma le sue scelte opinabili sono iniziate al momento della fuoriscita dal gruppo, non oggi. Una vicenda del tutto secondaria, che però mi riguarda direttamente, è l'annullamento nel 1990 della data di Torino del Vigil tour per andare a vedere Brasile - Scozia allo stadio delle Alpi, per i mondiali di calcio: ma come, sei al tuo primo tour solista, hai già delle difficoltà legate alla causa con la EMI ecc. e fai saltare un concerto per una partita di calcio, pure insulsa! Da non credere...

Per i Marillion secondo me è diverso. E' vero che loro dicono che questo sarà il 19esimo disco in studio del gruppo, e tecnicamente è vero, ma non credo si facciano illusioni su vendite di platino di questo nuovo prodotto. Si tratta, alla fine, di rielaborazioni di brani già editi altrove, e quindi giocoforza destinato ad una platea ridotta di acquirenti. E secondo me è per questo che la prevendita è limitata al sito della Racket (non si sa ancora sul "dopo", ovvero se a catalogo venga poi inserito sulle varie piattaforme di vendite). Se consideri, ad esempio, il nuovo AOS Deluxe è tranquillamente prenotabile su Amazon: è vero, è una riedizione EMI, ma comunque tutto il loro catalogo vecchio è disponibile su quella piattaforma. Ed anche "cose strane" come The best live, All one tonight, Clocks already ticking ecc. Quindi alla fine è una scelta, per me, comprensibile, con un approccio decisamente più realista di quello di Fish al mercato online.


Ciao Returner....ah ah ah non sarebbe uno sfogo allora!! :P
Sicuramente Fish è messo peggio e sono d'accordissimo con te per quanto riguarda gli annullamenti date tour (già tante dettate dal suo stato di salute ...se poi continua a trovare altro...allora). Bisognerebbe chiedere come mai si è meravigliato della grande organizzazione e produzione dei live con Lucassen; non fare le foto ...ma prendi spunto. Vogliamo parlare dei secoli che mancano ancora per i diritti della ristampa di Vigil?
Per quanto riguarda i Marillion : AOS è gia' prenotato e moltissime cose le ho prese da Amazon ( dopo il terremoto dei nostri amati negozi), ma per esempio Clocks è il confezionamento è quello che giudico: cd e dvd di una qualita' altissima inseriti in una confezione da
" cartoleria" con logicamente dischi completamente martoriati ( il disco alla fine è quello che conta).
Returner anche il live Royal sono sempre brani conosciuti, quindi che differenza c'e' con quello orchestra? E allora Less is More?
Sicuramente in casa Marillion va meglio ma trovo tanti tanti errori anche da parte loro.
Ti ricordi l'uscita scriteriata di Marbles a disco singolo, Happines quasi un anno solo dal sito ehhh troppe ce ne sono!!!
Si Returner, spero anche io un " dopo" sul cd orchestra!!
Speriamo bene!!

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 11/10/2019, 9:48
da Returner68
hollowman ha scritto:
Ciao Returner....ah ah ah non sarebbe uno sfogo allora!! :P
Sicuramente Fish è messo peggio e sono d'accordissimo con te per quanto riguarda gli annullamenti date tour (già tante dettate dal suo stato di salute ...se poi continua a trovare altro...allora). Bisognerebbe chiedere come mai si è meravigliato della grande organizzazione e produzione dei live con Lucassen; non fare le foto ...ma prendi spunto. Vogliamo parlare dei secoli che mancano ancora per i diritti della ristampa di Vigil?
Per quanto riguarda i Marillion : AOS è gia' prenotato e moltissime cose le ho prese da Amazon ( dopo il terremoto dei nostri amati negozi), ma per esempio Clocks è il confezionamento è quello che giudico: cd e dvd di una qualita' altissima inseriti in una confezione da
" cartoleria" con logicamente dischi completamente martoriati ( il disco alla fine è quello che conta).
Returner anche il live Royal sono sempre brani conosciuti, quindi che differenza c'e' con quello orchestra? E allora Less is More?
Sicuramente in casa Marillion va meglio ma trovo tanti tanti errori anche da parte loro.
Ti ricordi l'uscita scriteriata di Marbles a disco singolo, Happines quasi un anno solo dal sito ehhh troppe ce ne sono!!!
Si Returner, spero anche io un " dopo" sul cd orchestra!!
Speriamo bene!!


Sicuramente il live alla RAH è qualcosa di completamente differente rispetto a questa uscita: un gruppo che dopo anni ritorna alla (meritata) fama e si autocelebra alla RAH, e che con una raccolta dal vivo di grandi brani si propone di accrescere ulteriormente la propria fan base. Il doppio cd si trova in giro a un prezzo ridicolo, penso anche per questo. Hai ragione sulla somiglianza con L=M, ma forse è stata proprio quell'esperienza a convincerli a "volare basso" questa volta. Bisognerebbe essere dentro il loro management per conoscere le motivazioni alla base della scelta.

Negli anni di Marbles e HITR io ero coinvolto in tutt'altre faccende, e quindi posso solo immaginare le vostre reazioni. Certo, pensare oggi a un Marbles uscito senza Ocean cloud lascia allibiti... però nel 2004 un doppio cd costava ancora il giusto, sapevano di avere un disco tra le mani in grado di rilanciarli dopo anni così così, con pezzi lunghi e quindi che si fa? Si toglie il brano più lungo e prog e si fa uscire un disco singolo certamente più vendibile... chissà, magari è andata così.

Sul confezionamento, è vero, i Marillion sono un po' spartani... però sono in buona compagnia: Live in Gdansk di Gilmour e Second home dei Mystery, per citare due esempi, dalle cui confezioni originarie ho dovuto togliere i cd prima che si rovinassero del tutto.

Non parliamo dei contenuti:

Dark side... e Wish you... immersion edition (100 euro a botta a prezzo pieno, la metà in offerta) con molti bd ormai illeggibili dopo una decina d'anni;

The early years, sempre dei Floyd, a 330 euro con certi bd illeggibili dopo 2 (DUE) anni dalla pubblicazione!

Da questo punto di vista, trovo inattaccabili i King Crimson in termibi di qualità (non di quantità, pubbilcano troppo).

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 14/10/2019, 16:48
da ivy
Scusate, volevo spostare un momento solo (poi vado dietro la lavagna in ginocchio sui ceci) l'ago della discussione e chiedere a voi: che senso ha A VOSTRO PARERE l'uscita del lavoro con gli orchestrali PRIMA di un tour che al pacchetto band + orchestra si intitola? Che idea vi siete fatti? Promozione in proprio? Dato che ci stiamo dando giù con le prove e vengon bene perchè buttar via tanto materiale? Aumentiamo a fine carriera il numero degli album editi perchè magari - che ne so - vogliamo fermarci a 20? Dare in pasto ai fans qualcosa da ascoltare da studio perchè il 19 effettivo promesso si farà attendere e moltissimo? Dividere i ricavi con gli orchestrali prima per dividerne meno in tour o per ammortizzare le loro spese? Avrei almeno altre 10 ipotesi più e meno pregevoli di queste... si astenga chi risponderà "datosi che il suono che veniva fuori dalla sala prove era tanto paradisiaco abbiamo voluto farvi partecipi!": avrebbero potuto mettere nel cd di Natale (a tour concluso) un ep con i brani meglio venuti o sentiti, registrato ovviamente a priori pronto per le spedizioni dicembrine! In sintesi: perchè non dare le perle del sentito e risentito ma celestialmente eseguito a Natale, quando tutti siamo più buoni anzichè farci cassetta PRE tour?
Guardate sembro of topic ma se ci ragionate bene non lo sono affatto...

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 14/10/2019, 19:21
da focus1rs
Perché uno dovrebbe fare centinaio di km per un lavoro che potrebbe non piacere??? Non tutti abitano a Roma. Fanno bene a metterlo in commercio prima del Tour. Io non li vedo, non perché c'è l'orchestra, che penso sia un'ottima idea, ma non sopporto Hogarth. Visto a Cervia da solo e Bologna con il gruppo, mi basta.

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 14/10/2019, 19:37
da ivy
Sai Focus, hai fatto benissimo a ribadirlo:avessimo avuto dei dubbi che con l'andare avanti del tempo tu potessi essere stato attratto dal lato oscuro della forza...invece no, grazie a Dio ti leggo graniticamente fedele a te stesso. Bravo, così non ci preoccupiamo!

Re: CON DISPIACERE....MI SFOGO!

MessaggioInviato: 14/10/2019, 19:53
da hollowman
ivy ha scritto:Scusate, volevo spostare un momento solo (poi vado dietro la lavagna in ginocchio sui ceci) l'ago della discussione e chiedere a voi: che senso ha A VOSTRO PARERE l'uscita del lavoro con gli orchestrali PRIMA di un tour che al pacchetto band + orchestra si intitola? Che idea vi siete fatti? Promozione in proprio? Dato che ci stiamo dando giù con le prove e vengon bene perchè buttar via tanto materiale? Aumentiamo a fine carriera il numero degli album editi perchè magari - che ne so - vogliamo fermarci a 20? Dare in pasto ai fans qualcosa da ascoltare da studio perchè il 19 effettivo promesso si farà attendere e moltissimo? Dividere i ricavi con gli orchestrali prima per dividerne meno in tour o per ammortizzare le loro spese? Avrei almeno altre 10 ipotesi più e meno pregevoli di queste... si astenga chi risponderà "datosi che il suono che veniva fuori dalla sala prove era tanto paradisiaco abbiamo voluto farvi partecipi!": avrebbero potuto mettere nel cd di Natale (a tour concluso) un ep con i brani meglio venuti o sentiti, registrato ovviamente a priori pronto per le spedizioni dicembrine! In sintesi: perchè non dare le perle del sentito e risentito ma celestialmente eseguito a Natale, quando tutti siamo più buoni anzichè farci cassetta PRE tour?
Guardate sembro of topic ma se ci ragionate bene non lo sono affatto...


Ciao Ivyyy, ma dove eri finitaaa???
Che piacere leggerti!!!
Sono contento che sei entrata nelle chiacchierate tra me e returner.
Assolutamente non ti preoccupare dell off topic oltretutto non lo sei affatto infatti!!
Ehhh..difficile risponderti. Sicuramente penso a un pre-cassa (....anche in distribuzioneee normale pleasee..anche dopo), un uscita diciamo alla Less is More. Hanno usato anche lo studio di Gabriel quindi qualche soldino lo hanno pure speso, quindi sicuramente la vedo una uscita in funzione economica ed anche un regalino ( come dice Focus) per chi magari non potrà assistere ai concerti di novembre e dicembre.
Dall'altra parte..boh..tra un po' manca pure un live con monaci tibetani pur di non tornare agli inediti.
Non so...da dopo Happiness, le uscite in studio inediti sono molto lunghe. Ben venga la qualità di Sounds e soprattutto Fear ma personalmente non capisco completamente tutti questi "antipastini". Trovo ultimamente eccessive le uscite live separate dei due Steve; Pete che mi sembra si concentra tra edison's e transatlantic (..che sicuramente uscira' prima). Cioè che live e altre uscite dei singoli (..ma tutte adesso?) possono creare money ok , ma mi sembra che si fa tutto tranne pensare al nuovo disco. Anche perche' mi sembra che stiamo in alto mare anche per il 2020. Non so che pensare , ma ho impressione che non ci siano molte idee a fuoco. Personalmente di sicuro avrei preferito già ad un primo rientro di prove in studio che concentrarsi sull'uscita orchestra ( dicevano che qualcosa nel frattempo avevano buttato..ma francamente ci credo poco....non penso che le registrazioni orchestra siano durate 5 minuti).