Novità ?

12/05/2017, 17:14

  • grendel ha scritto:
    hollowman ha scritto:Finalmente usciranno le edizioni rimasterizzate dei primi 8 dischi dei nostri ( periodo Emi).
    La prima edizione deluxe ( 4 cd + blu ray) prevista a luglio sarà Misplaced con un remix anche del biondino prezzemolino. Sembra un edizione da leccarsi i baffi, la prenotazione è gia' partita sul sito: qualcuno sa se uscirà anche nella normale distribuzione?
    Uscito da poco anche l'ultimo Ayreon con la partecipazione del nostro folle key-Kelly ( ordinato, a giorni arriva). Qualcuno lo ha già preso e ascoltato?


    Per Misplaced, purtroppo la mia religione mi proibisce di avere a che fare con qualsiasi cosa toccata da Steve Wilson, per cui dovrò soprassedere.
    Ayereon lo devo ancora ordinare, ma lo farò , nonstante le ripetute delusioni che questo progetto mi ha dato: Mark se lo merita


    O tu, Puro, che rifuggi e aborri il biondino... TI ADORO. Io, con mio sommo rammarico, SCOPERSI, scoprii è poco dire, SCOPERSI, si diceva, che This Strange Engine è mixato da Wilson. Forse è per quello che lo hanno ritirato dalla Racket?
    giovanni.digiovanno
     
    Messaggi: 532
    Iscritto il: 27/02/2014, 16:18
    Località: Roma

14/05/2017, 12:54

  • Biondino prezzemolino o no, DEVO averlo assolutamente! Grazie per le info! : Thanks :
    Un abbraccio

    Junior
    We are parties that travel
    Movies that move
    We will make a show
    And then we'll go
    We are the Leavers
    Avatar utente
    MAtteRILLION
     
    Messaggi: 428
    Iscritto il: 04/10/2016, 10:55
    Località: Pinerolo, (To)

15/05/2017, 9:33

  • Personalmente trovo che il biondino prezzemolino sia l' unico vero genio rimasto in ambito prog/psichedelic o quale che sia l' etichetta che si vuole affibbiare ad un genere che lui, con i PT e senza, ha contribuito a svecchiare.
    La sua prolificità è nota (del resto non dorme e ha rinunciato ad avere una famiglia per sua stessa ammissione, contento lui contento io...) ma devo dire che ogni suo disco solista è stato meglio del precedente... E sono in trepida attesa dell' imminente... (ma prima ci sono gli Anathema).
    Averne come il biondino prezzemolino. : Sailor :
    Avatar utente
    chemako
     
    Messaggi: 26
    Iscritto il: 27/02/2017, 16:38

15/05/2017, 16:00

  • La mia malcelata sopportazione del biondino è nota ai quattro angoli di questo povero pianeta e l'utilizzo facilone di un termine quale "genio" da usare con pochissimi eletti della storia che con il sopravvalutatissimo Wilson è deborante mi fa ancor di più storcere il naso verso un autore del quale ho comprato tutti i dischi originali fino a In Absentia e che ho davvero amato...fin quando - furbissimo com'è, questo si altroché genio - forte di un contratto con etichetta americana che gli indicava precisamente quale strada percorrere (aumenta le schitarrate metal gratuite, vedrai quantio ragazzini sbaveranno per te con le corna alzate ai concerti) e acquisendo un batterista che andava per la maggiore al posto del talentuosissimo, fantasiosissimo e pulitissimo Maitland, è gradatamente passato da "idolo" a mal sopportato dal sottoscritto.
    Non dico (non l'ho mai detto) che non sia bravissimo, ma dire che non mi piace chi vende il suo talento per la via più facile verso il "successo economico" è un eufemismo.
    Mi spiace per i suoi fan, ma lo trovo l'autore più calcolatore che abbia mai incontrato... ma spiace sopratutto a me che ho perso il grande piacere di acquistare album dei VERI Porcospini... :downsbravo:
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1662
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49

15/05/2017, 16:10

  • chemako ha scritto:Personalmente trovo che il biondino prezzemolino sia l' unico vero genio rimasto in ambito prog/psichedelic o quale che sia l' etichetta che si vuole affibbiare ad un genere che lui, con i PT e senza, ha contribuito a svecchiare.
    La sua prolificità è nota (del resto non dorme e ha rinunciato ad avere una famiglia per sua stessa ammissione, contento lui contento io...) ma devo dire che ogni suo disco solista è stato meglio del precedente... E sono in trepida attesa dell' imminente... (ma prima ci sono gli Anathema).
    Averne come il biondino prezzemolino. : Sailor :


    Ciao Chemako, preciso che parliamo di un artista di spessore e ben vengano i suoi dischi e quelli dei Porcupine perché comunque si tratta di musica di livello ma quello dove non sono assolutamente d'accordo (e che me lo rende sulle p...e) è proprio questo termine del nuovo genio del prog. Per me non ha inventato proprio nulla; ha semplicemente risdoganato i Floyd in tutte le loro fasi. Prendi per esempio un album come Fear of a Blank Planet, bello ma che cosa ha di geniale? Pink Floyd con una spruzzata di Rush (oltretutto infatti nell'album ci suona anche Lifeson). Parliamo di dischi molto belli ( preferisco quelli solista) ma di geniale proprio nulla. È un artista che meritava di essere spinto (radio rock a roma ci ha spappolato...) ma secondo me è stato spinto eccessivamente. Musicalmente non amo molto la gente che entra in centinaia di progetti;secondo me a livello sonoro prima o poi incominci ad essere pesante e ripetitivo.
    Complimenti per gli Anathema,non amo la loro prima fase, preferisco la svolta ma sicuramente grande band anche se anche loro ultimamente li trovo un pò copia e incolla.
    hollowman
     
    Messaggi: 324
    Iscritto il: 17/05/2016, 19:48

15/05/2017, 18:19

  • chemako ha scritto:Personalmente trovo che il biondino prezzemolino sia l' unico vero genio rimasto in ambito prog/psichedelic o quale che sia l' etichetta che si vuole affibbiare ad un genere che lui, con i PT e senza, ha contribuito a svecchiare.
    La sua prolificità è nota (del resto non dorme e ha rinunciato ad avere una famiglia per sua stessa ammissione, contento lui contento io...) ma devo dire che ogni suo disco solista è stato meglio del precedente... E sono in trepida attesa dell' imminente... (ma prima ci sono gli Anathema).
    Averne come il biondino prezzemolino. : Sailor :

    da amante del prog in generale (specie quello storico dei 70 e il new prog dei primi ottanta) SW piace moltissimo anche a me, specie con dischi solisti tipo Raven (Drive home su tutte) e quindi aspetto con curiosità anche il suo prossimo; inoltre trovo molto ben fatti - per il rispetto degli originali e la pulizia sonica che li contraddistingue - i suoi rimissaggi di album storici a partire dai Crimson, passando per Yes, Tull e G.Giant, che mi godo in versione rigorosamente stereo (non ho il 5+1) ma finalmente in alta risoluzione: mi permetto di consigliare a tutti gli amanti della musica tout court l'ascolto in un impianto decente di quel capolavoro assoluto che è Fragile degli Yes magari dal bluray, da brividi.
    non dico che sia un genio, ma un ottimo musicista e compositore certamente e credo che il panorama attuale sarebbe più povero senza il suo contributo.
    del cofanetto di Misplaced non vedo l'ora di gustarmi il suo remaster dal bluray e l'interessantissimo concerto completo del tour in versione sonicamente buona (o almeno spero), gli altri brani sono meno interessanti perchè già presenti nella versione 2cd del primo remaster di MC che ho già, se non sbaglio curato da Nick Davis: per una trentina di euro, confezione deluxe compresa, non mi sembra male, e spero di vedere qualche altra uscita di quel catalogo emi.
    a proposito di novità, sembra sia uscita una versione in vinile "gold" di FEAR per il record store day di quest'anno...
    paolo.cordella
     
    Messaggi: 28
    Iscritto il: 13/03/2014, 17:23

15/05/2017, 18:42

  • ATTENZIONE!!

    Ho aperto pagina apposita per parlare di Misplaced Childhood, qui:

    viewtopic.php?f=10&t=394

    E' importante, se siete interessati al prodotto, leggetela... ;)
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1662
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49

16/05/2017, 11:01

  • Ovviamente con l’ aggettivo “genio” il mio intento era indicare sinteticamente un artista che pur debordando sul mercato, qui posso essere d’accordo, tende a mio avviso a fare centro.
    Aggettivo del quale si fa largo uso qui in ordine a Marillion, Hogarth, Fish ma anche Ranestrane, Neal Morse ecc…
    Non ha inventato nulla, certamente, ma è l’ utilizzo di influenze ed esperienze a renderlo per me geniale. Ma fin qui tutto è soggettivo.
    Non sono però d’accordo sulla disamina della carriera di PT/Wilson, che praticamente sono la stessa cosa.
    Se SW avesse operato una mera operazione di marketing dopo In Absentia indurendo il proprio sound nell’ intento di sfondare oltre oceano certamente avrebbe fallito perché i numeri non mi sembra siano andati nella direzione voluta. Anzi dopo The Incident, sulla stessa falsa riga di Fear ma meno duro, Wilson ha messo nel congelatore i PT per dare alle stampe l’album forse più ostico della sua carriera solista “Grace for Drowning” dopo il ben più accessibile Insurgentes. Non mi sembra la scelta di uno che va a soldi. E uno che va a soldi non pubblica nel 2013 un album totalmente prog come the Raven…, uno dei migliori del genere nel nuovo millennio.
    No, sinceramente questa furberia (non condannabile peraltro, quanti ci hanno provato?) non la vedo.
    Per la cronaca, io ho iniziato ad apprezzare il PT dopo Stupid dream, ossia la svolta commerciale. Prima li ho trovati sempre troppo derivativi e ridondanti. Fear of the blank planet non lo adoro e sia chiaro che non è che io ami proprio tutto della sua opera omnia… Bass communion e storm corrosion generano in me punte di narcolessia.
    In ogni caso se il livello del biondino prezzemolino solista rimane questo non mi sento orfano dei porcospini….
    Poi magari il prossimo album sarà una ciofeca… :-(
    Avatar utente
    chemako
     
    Messaggi: 26
    Iscritto il: 27/02/2017, 16:38

16/05/2017, 21:19

  • davethespace ha scritto:La mia malcelata sopportazione del biondino è nota ai quattro angoli di questo povero pianeta e l'utilizzo facilone di un termine quale "genio" da usare con pochissimi eletti della storia che con il sopravvalutatissimo Wilson è deborante mi fa ancor di più storcere il naso verso un autore del quale ho comprato tutti i dischi originali fino a In Absentia e che ho davvero amato...fin quando - furbissimo com'è, questo si altroché genio - forte di un contratto con etichetta americana che gli indicava precisamente quale strada percorrere (aumenta le schitarrate metal gratuite, vedrai quantio ragazzini sbaveranno per te con le corna alzate ai concerti) e acquisendo un batterista che andava per la maggiore al posto del talentuosissimo, fantasiosissimo e pulitissimo Maitland, è gradatamente passato da "idolo" a mal sopportato dal sottoscritto.
    Non dico (non l'ho mai detto) che non sia bravissimo, ma dire che non mi piace chi vende il suo talento per la via più facile verso il "successo economico" è un eufemismo.
    Mi spiace per i suoi fan, ma lo trovo l'autore più calcolatore che abbia mai incontrato... ma spiace sopratutto a me che ho perso il grande piacere di acquistare album dei VERI Porcospini... :downsbravo:


    92 MINUTI DI APPLAUSI !!!!
    : Groupwave : : Groupwave : : Groupwave :
    Well do you remember a time when you thought you belonged to something more than you? A country that cared for you, a national anthem you could sing without feeling used or ashamed You, poor sods, have only yourselves to blame.
    Avatar utente
    grendel
     
    Messaggi: 490
    Iscritto il: 27/02/2014, 18:29

21/05/2017, 18:35

  • chemako ha scritto:Ovviamente con l’ aggettivo “genio” il mio intento era indicare sinteticamente un artista che pur debordando sul mercato, qui posso essere d’accordo, tende a mio avviso a fare centro.
    Aggettivo del quale si fa largo uso qui in ordine a Marillion, Hogarth, Fish ma anche Ranestrane, Neal Morse ecc…
    Non ha inventato nulla, certamente, ma è l’ utilizzo di influenze ed esperienze a renderlo per me geniale. Ma fin qui tutto è soggettivo.
    Non sono però d’accordo sulla disamina della carriera di PT/Wilson, che praticamente sono la stessa cosa.
    Se SW avesse operato una mera operazione di marketing dopo In Absentia indurendo il proprio sound nell’ intento di sfondare oltre oceano certamente avrebbe fallito perché i numeri non mi sembra siano andati nella direzione voluta. Anzi dopo The Incident, sulla stessa falsa riga di Fear ma meno duro, Wilson ha messo nel congelatore i PT per dare alle stampe l’album forse più ostico della sua carriera solista “Grace for Drowning” dopo il ben più accessibile Insurgentes. Non mi sembra la scelta di uno che va a soldi. E uno che va a soldi non pubblica nel 2013 un album totalmente prog come the Raven…, uno dei migliori del genere nel nuovo millennio.
    No, sinceramente questa furberia (non condannabile peraltro, quanti ci hanno provato?) non la vedo.
    Per la cronaca, io ho iniziato ad apprezzare il PT dopo Stupid dream, ossia la svolta commerciale. Prima li ho trovati sempre troppo derivativi e rindondanti. Fear of the blank planet non lo adoro e sia chiaro che non è che io ami proprio tutto della sua opera omnia… Bass communion e storm corrosion generano in me punte di narcolessia.
    In ogni caso se il livello del biondino prezzemolino solista rimane questo non mi sento orfano dei porcospini….
    Poi magari il prossimo album sarà una ciofeca… :-(



    Non farà mai una ciofeca di album perché è bravo... e furbo.
    E qui ci si espone in elogi sperticati ai Marillion perché, se permettete, è il forum DEDICATO ai Marillion e ci sarebbe da preoccuparsi se non fosse così.
    La differenza che c'è tra me (e FabioneGrendel) e altri poveretti che circolano in Rete, è che noi non avvertiamo il bisogno di parlare "male" di Wilson su siti e spazi a lui dedicati, cosa che invece si verifica PUNTUALMENTE ad ogni uscita dei nostri. Poveretti, appunto...
    La sua furbizia - che A ME da fastidio perché SO che sarebbe in grado di farne a meno - sta PROPRIO nel fatto di aver svoltato verso la schitarrata facile, calcolata e INUTILE ai fini della composizione, per chiamare a sé i ragazzini metal, aiutato dall'assiunzione di un batterista pieno di seguaci come Harrison, per poi svoltare decisamente verso il "Prog" quando il prog ha cominciato a riprendere fiato e potere.
    La sue composizioni non sono poi così complicate come lui molto abilmente fa credere, e questo lo dice un mio grande amico musicista. Ma di certo se io dico a Jimi Hendrix di farmi un solo, lo farà meglio di Rutherford, o se chiedo a chiunque della sua band di interpretare ciò che ho scritto, lo farà meglio di tanti altri, perché sono tutti ottimi/grandi musicisti.
    Quello che mi chiedo io, è: ma siamo sicuri che sia tutta farina del suo sacco e che la differenza non la facciano proprio i musicisti di cui lui si circonda?
    Ai posteri l'ardua sentenza. Io attendo senza alcun fremito questo nuovo disco, giudicando Pariah (ridenominata subito Pallah) la solita roba ben condita e continuando a non capire (pur rispettandolo) tutto questo strapparsi i vestiti di dosso per un normalissimo brano POP... e poi per mesi uno deve leggere che i Marillion ripetono se stessi... BAH! :lol:
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1662
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49

PrecedenteProssimo


Torna a Discussioni generali




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite