I pensieri oziosi di un ozioso ( i marillion per me..)


  • Il dato di fatto è che Fish, che continuo a considerare il Frontman numero uno al mondo, con o senza voce, aveva esaurito il suo tempo coi Marillion. E Hogarth ha rappresentato la scelta migliore che si potesse mai fare: questo lo ha detto il tempo. Sulla qualità dei lavori con Fish o con Hogarth, la differenza di permanenza nella band è talmente sbilanciata da rendere il paragone ridicolo. Mi ero ripromesso di non rientrare mai più sull'argomento, ma è anche normale che, quando entrano nuovi e strabenvenuti amici nel Forum, l'argomento venga ripreso. Io mi trovo benissimo nella attuale ituazione. Fish e i Marillion hanno fornito prove maiuscole negli ultimi due lavori sia in studio che live. Non ho niente di più da chiedere e non sono un nostalgico del passato, solamente un suo grande estimatore. L'unica cosa che davvero vorrei vedere è un tour congiunto: questo è il mio sogno, che sono certo oramai resterà nel cassetto.
    Well do you remember a time when you thought you belonged to something more than you? A country that cared for you, a national anthem you could sing without feeling used or ashamed You, poor sods, have only yourselves to blame.
    Avatar utente
    grendel
     
    Messaggi: 490
    Iscritto il: 27/02/2014, 18:29


  • grendel ha scritto:Il dato di fatto è che Fish, che continuo a considerare il Frontman numero uno al mondo, con o senza voce, aveva esaurito il suo tempo coi Marillion. E Hogarth ha rappresentato la scelta migliore che si potesse mai fare: questo lo ha detto il tempo. Sulla qualità dei lavori con Fish o con Hogarth, la differenza di permanenza nella band è talmente sbilanciata da rendere il paragone ridicolo. Mi ero ripromesso di non rientrare mai più sull'argomento, ma è anche normale che, quando entrano nuovi e strabenvenuti amici nel Forum, l'argomento venga ripreso. Io mi trovo benissimo nella attuale ituazione. Fish e i Marillion hanno fornito prove maiuscole negli ultimi due lavori sia in studio che live. Non ho niente di più da chiedere e non sono un nostalgico del passato, solamente un suo grande estimatore. L'unica cosa che davvero vorrei vedere è un tour congiunto: questo è il mio sogno, che sono certo oramai resterà nel cassetto.

    E premiamo perché il sogno si avveri, invece! Baci. Walter
    giovanni.digiovanno
     
    Messaggi: 532
    Iscritto il: 27/02/2014, 16:18
    Località: Roma


  • hollowman ha scritto:[]

    ..la voce di Hogarth è lamentosa ma quella di Jon Anderson è angelica.......bahFocus....escluse cose ben note (banco,floyd,genesis) ma cosa ascolti di prog attualmente?? Visti i tuoi giudizi "drastici" quali sono gruppi prog in attività e ripeto in attività "meritevoli" di ascolto e soprattutto quali sono i cantanti prog in attività con queste voci "divine"???
    .......non accetto gruppi senza la voce!!!!!!!!!


    Mi piace poco la voce degli Yes, ho fatto molta fatica a digerirla, di nuovo non so cosa c'è in giro, quindi suggerimenti li prendo volentieri, ma sono salvo casi rari per pochi testi e molta musica.
    Non molto tempo fa, ho visto gli Italian dire straits, e sentire Sultan of Swing eseguita molto più lunga rispetto
    al disco e solo strumentale (la parte in più) è stata una cosa meravigliosa, come un pezzo di poco conto, non mi rompete, che dal vivo quasi sempre la eseguono allungandola molto e solo musica come poi ha fatto una cover
    band di Ferrara vista in provincia di Bologna che spero di rivederla ancora (limite acque sicure).

    Il più bel concerto che ho visto è stato a Cesena teatro Bonci : PERIGEO che non mi sembra cantino molto.
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 185
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • ivy ha scritto:Focus, dove ho scritto che l'inno marillico della nuova era è Cover my eyes....reggiti forte eh? Io butterei nel cesso anche Hooks in you...insieme a cosette sottotono tipo la sigla della sirenetta di Disney e ordinerei la damnatio memoriae di un altro paio di pezzi....amare una band non vuol dire sposarne tutti i contenuti...mantenere un atteggiamento interessato MA critico rende chiunque un fan migliore...Tuttavia anche io potrei ricordarti che l'unica menzion d'onore che si fa ai Marilli da parte di chi li frequentava ai tempi ma anche da chi si è solo accidentalmente scontrato con loro è per un brano contenuto in tutti le compilation easy listening, le heavy rotation da ribaltabili, le musicassette da festicciola da pomicio anni 80.....eh si:il pesce ricordato per un brano da rimorchio e il nuovo cantante per un brano alquanto mediocre....che facciamo? 1 a 1 e palla al centro?


    era rivolta al fatto che i primi 4 capolavori dei Marillion avevano alla voce Fish.

    Ciao
    Avatar utente
    focus1rs
     
    Messaggi: 185
    Iscritto il: 01/03/2014, 10:16
    Località: cesena


  • focus1rs ha scritto:
    ivy ha scritto:Focus, dove ho scritto che l'inno marillico della nuova era è Cover my eyes....reggiti forte eh? Io butterei nel cesso anche Hooks in you...insieme a cosette sottotono tipo la sigla della sirenetta di Disney e ordinerei la damnatio memoriae di un altro paio di pezzi....amare una band non vuol dire sposarne tutti i contenuti...mantenere un atteggiamento interessato MA critico rende chiunque un fan migliore...Tuttavia anche io potrei ricordarti che l'unica menzion d'onore che si fa ai Marilli da parte di chi li frequentava ai tempi ma anche da chi si è solo accidentalmente scontrato con loro è per un brano contenuto in tutti le compilation easy listening, le heavy rotation da ribaltabili, le musicassette da festicciola da pomicio anni 80.....eh si:il pesce ricordato per un brano da rimorchio e il nuovo cantante per un brano alquanto mediocre....che facciamo? 1 a 1 e palla al centro?


    era rivolta al fatto che i primi 4 capolavori dei Marillion avevano alla voce Fish.

    Ciao

    E no caro mio, se tu per citare H citi una delle poche c.....e che ha scritto e cantato e poi ti dimentichi che con brani tipo Kayleigh e Lavander ci han solo ed esclusivamente pomiciato decenni di generazioni di musicoignoranti perchè tanto più che quello con quei testi non è che potevi farci.....Focus, abbi pazienza, non è che se dici una cosa tu va bene e se dicono la cosa opposta gli altri ti han frainteso eh: la pensan solo opposta a te!
    The medium wave
    Brought signals here from far away
    Your tender voice riding on the sea spray
    Something in the air
    For those who know the signs
    Something in the air
    A storm..
    Avatar utente
    ivy
     
    Messaggi: 862
    Iscritto il: 27/02/2014, 22:31


  • grendel ha scritto:Il dato di fatto è che Fish, che continuo a considerare il Frontman numero uno al mondo, con o senza voce, aveva esaurito il suo tempo coi Marillion. E Hogarth ha rappresentato la scelta migliore che si potesse mai fare: questo lo ha detto il tempo. Sulla qualità dei lavori con Fish o con Hogarth, la differenza di permanenza nella band è talmente sbilanciata da rendere il paragone ridicolo. Mi ero ripromesso di non rientrare mai più sull'argomento, ma è anche normale che, quando entrano nuovi e strabenvenuti amici nel Forum, l'argomento venga ripreso. Io mi trovo benissimo nella attuale ituazione. Fish e i Marillion hanno fornito prove maiuscole negli ultimi due lavori sia in studio che live. Non ho niente di più da chiedere e non sono un nostalgico del passato, solamente un suo grande estimatore. L'unica cosa che davvero vorrei vedere è un tour congiunto: questo è il mio sogno, che sono certo oramai resterà nel cassetto.


    Ciao Grendel; premetto che adoro il pescione ,puoi bucarmi le gomme della macchina a tuo piacimento e possiamo prenderci la famosa birra che hai preso con Dave, volevo esprimere alcune opinioni (mie impressioni sia chiaro) su quello che hai scritto sopra,soprattutto il primo periodo. "Aveva esaurito il suo tempo con i Marillion": è un pò troppo generico. Tre sono i fattori: lato economico,lato tecnico,divergenze musicali. Eventuali attriti secondo me sono la causa dei tre fattori precedenti. Il lato tecnico (sempre secondo me) ha il peso più importante e gli altri 4 hanno visto bene il loro futuro. Quanti concerti annullati (per problemi alla voce) ci sarebbero stati? Che vita live (importantissima per la band) poteva garantire Fish al gruppo? Hogarth scricchiola adesso alla soglia dei 60 anni, li' problemi seri c'erano già da fine 87 inizio 88. Quindi aveva esaurito il tempo per situazioni ben precise.
    "Frontman numero uno al mondo con o senza voce": beh....con o senza voce insomma!! Tralasciando il discorso della valutazione dei suoi album solisti ( dove per me la pecca più pesante è proprio l'assenza dei 4 rmusicisti straordinari mai rimpiazzati a dovere), un buon frontman si giudica dal carisma,dalla presenza sul palco e appunto.....dalla voce (qualità tecniche/interpretative). Il Fish degli anni d'oro marillioniani logicamente non si discute, ma dopo, se vado ad un concerto non posso solo ascoltare un poeta o un animale da palco ,ma devo anche sentire cantare una canzone. Il professionismo di questo meraviglioso gigante è indiscutibile ma ritorno a dire che, nonostante le sue innumerevoli qualità, il fattore voce ha il suo drastico peso!!

    Spero tanto anche io....che quel cassetto un giorno venga aperto e...ricordati Grendel...che nel topic apposito sono in trepidazione della tua IV parte...mi raccomando!!!!
    hollowman
     
    Messaggi: 324
    Iscritto il: 17/05/2016, 19:48


  • hollowman ha scritto:
    grendel ha scritto:Il dato di fatto è che Fish, che continuo a considerare il Frontman numero uno al mondo, con o senza voce, aveva esaurito il suo tempo coi Marillion. E Hogarth ha rappresentato la scelta migliore che si potesse mai fare: questo lo ha detto il tempo. Sulla qualità dei lavori con Fish o con Hogarth, la differenza di permanenza nella band è talmente sbilanciata da rendere il paragone ridicolo. Mi ero ripromesso di non rientrare mai più sull'argomento, ma è anche normale che, quando entrano nuovi e strabenvenuti amici nel Forum, l'argomento venga ripreso. Io mi trovo benissimo nella attuale ituazione. Fish e i Marillion hanno fornito prove maiuscole negli ultimi due lavori sia in studio che live. Non ho niente di più da chiedere e non sono un nostalgico del passato, solamente un suo grande estimatore. L'unica cosa che davvero vorrei vedere è un tour congiunto: questo è il mio sogno, che sono certo oramai resterà nel cassetto.


    Ciao Grendel; premetto che adoro il pescione ,puoi bucarmi le gomme della macchina a tuo piacimento e possiamo prenderci la famosa birra che hai preso con Dave, volevo esprimere alcune opinioni (mie impressioni sia chiaro) su quello che hai scritto sopra,soprattutto il primo periodo. "Aveva esaurito il suo tempo con i Marillion": è un pò troppo generico. Tre sono i fattori: lato economico,lato tecnico,divergenze musicali. Eventuali attriti secondo me sono la causa dei tre fattori precedenti. Il lato tecnico (sempre secondo me) ha il peso più importante e gli altri 4 hanno visto bene il loro futuro. Quanti concerti annullati (per problemi alla voce) ci sarebbero stati? Che vita live (importantissima per la band) poteva garantire Fish al gruppo? Hogarth scricchiola adesso alla soglia dei 60 anni, li' problemi seri c'erano già da fine 87 inizio 88. Quindi aveva esaurito il tempo per situazioni ben precise.
    "Frontman numero uno al mondo con o senza voce": beh....con o senza voce insomma!! Tralasciando il discorso della valutazione dei suoi album solisti ( dove per me la pecca più pesante è proprio l'assenza dei 4 rmusicisti straordinari mai rimpiazzati a dovere), un buon frontman si giudica dal carisma,dalla presenza sul palco e appunto.....dalla voce (qualità tecniche/interpretative). Il Fish degli anni d'oro marillioniani logicamente non si discute, ma dopo, se vado ad un concerto non posso solo ascoltare un poeta o un animale da palco ,ma devo anche sentire cantare una canzone. Il professionismo di questo meraviglioso gigante è indiscutibile ma ritorno a dire che, nonostante le sue innumerevoli qualità, il fattore voce ha il suo drastico peso!!

    Spero tanto anche io....che quel cassetto un giorno venga aperto e...ricordati Grendel...che nel topic apposito sono in trepidazione della tua IV parte...mi raccomando!!!!


    Francamente, sono d''accordo più o meno solo con la punteggiatura, ma è la tua opinione, e sicuramente non solo la tua, per cui massimo rispetto. Appena ritorno dal Marillion weekend, proseguo la IV parte. Promesso !!!
    : Sailor :
    Well do you remember a time when you thought you belonged to something more than you? A country that cared for you, a national anthem you could sing without feeling used or ashamed You, poor sods, have only yourselves to blame.
    Avatar utente
    grendel
     
    Messaggi: 490
    Iscritto il: 27/02/2014, 18:29


  • CHI C'HA DA DI' SU "COVER MY EYES" ? Per citare Roger Waters: "Get them up against the wall! ... Who let all of this riff-raff into the room?..."
    :twisted:
    Scherzi a parte: "Cover my Eyes" è una canzone che dal vivo è bellissima e fa ballare!
    Il testo parla di quelle ragazze che passano e fanno innamorare e dannare così, per un momento, i ragazzi... il testo è stato scritto da Hogarth a 30 / 31 anni, praticamente un ragazzo, e può essere apprezzato ancora oggi da un ragazzo / una ragazza di oggi.
    La linea ritmica basso-chitarra non si discute, si ama.
    'Namo avanti, please ...
    giovanni.digiovanno
     
    Messaggi: 532
    Iscritto il: 27/02/2014, 16:18
    Località: Roma


  • giovanni.digiovanno ha scritto:CHI C'HA DA DI' SU "COVER MY EYES" ? Per citare Roger Waters: "Get them up against the wall! ... Who let all of this riff-raff into the room?..."
    :twisted:
    Scherzi a parte: "Cover my Eyes" è una canzone che dal vivo è bellissima e fa ballare!
    Il testo parla di quelle ragazze che passano e fanno innamorare e dannare così, per un momento, i ragazzi... il testo è stato scritto da Hogarth a 30 / 31 anni, praticamente un ragazzo, e può essere apprezzato ancora oggi da un ragazzo / una ragazza di oggi.
    La linea ritmica basso-chitarra non si discute, si ama.
    'Namo avanti, please ...

    Il mondo è bello perchè è avariato! :lol: :lol: :lol:
    The medium wave
    Brought signals here from far away
    Your tender voice riding on the sea spray
    Something in the air
    For those who know the signs
    Something in the air
    A storm..
    Avatar utente
    ivy
     
    Messaggi: 862
    Iscritto il: 27/02/2014, 22:31


  • hollowman ha scritto:
    Ciao Grendel; premetto che adoro il pescione ,puoi bucarmi le gomme della macchina a tuo piacimento e possiamo prenderci la famosa birra che hai preso con Dave, volevo esprimere alcune opinioni (mie impressioni sia chiaro) su quello che hai scritto sopra,soprattutto il primo periodo. "Aveva esaurito il suo tempo con i Marillion": è un pò troppo generico. Tre sono i fattori: lato economico,lato tecnico,divergenze musicali. Eventuali attriti secondo me sono la causa dei tre fattori precedenti. Il lato tecnico (sempre secondo me) ha il peso più importante e gli altri 4 hanno visto bene il loro futuro. Quanti concerti annullati (per problemi alla voce) ci sarebbero stati? Che vita live (importantissima per la band) poteva garantire Fish al gruppo? Hogarth scricchiola adesso alla soglia dei 60 anni, li' problemi seri c'erano già da fine 87 inizio 88. Quindi aveva esaurito il tempo per situazioni ben precise.
    "Frontman numero uno al mondo con o senza voce": beh....con o senza voce insomma!! Tralasciando il discorso della valutazione dei suoi album solisti ( dove per me la pecca più pesante è proprio l'assenza dei 4 rmusicisti straordinari mai rimpiazzati a dovere), un buon frontman si giudica dal carisma,dalla presenza sul palco e appunto.....dalla voce (qualità tecniche/interpretative). Il Fish degli anni d'oro marillioniani logicamente non si discute, ma dopo, se vado ad un concerto non posso solo ascoltare un poeta o un animale da palco ,ma devo anche sentire cantare una canzone. Il professionismo di questo meraviglioso gigante è indiscutibile ma ritorno a dire che, nonostante le sue innumerevoli qualità, il fattore voce ha il suo drastico peso!!


    Caro hollowman,
    non voglio rispondere per Fabione/Grendel - che lo farà quando tornerà (VAFANGULOOOOOOO a lui e lui sa perché) però vorrei puntualizzare alcune cose che hai scritto NON perché sono opinioni mie, ma perché sono storia.
    Quando Fabio dice: "Aveva esaurito il suo tempo con i Marillion..." sa di cosa parla, un po' perché siamo con loro dall'inizio, un po' perché conosciamo di persona i protagonisti, un po' perché siamo ormai divenuti adulti e obiettivi.
    I Marillion dall'81 all'88 hanno ricreato la 'magia perduta' del prog storico, ma effettivamente la loro 'vena compositiva' andava esaurendosi, un po' per la spremitura assassina di 'MammaEMI' un po' perché gli schemi musicali utilizzati andavano ormai quasi sempre a parare in una certa direzione.
    Diedi la MIA versione di questi schemi anni fa, ma ora non ne ho più il tempo.
    Fatto sta che Fish era ed E' un genio nella stesura delle liriche e, ricordiamocelo bene perché altrimenti lo si giudica solo come paroliere ed è una vaccata enorme, nell'inventare le melodie del cantato. Melodie che nel suo caso specifico ottengono risultati a dir poco peculiari proprio per il fatto che lui NON è musicista e quindi le sue soluzioni sono assolutamente alternative ed originali.
    Ma questo non avrebbe potuto aiutare i Marillion come band. I Marillion come band avrebbero potuto sfornare un altro grande disco (Seasons End) e avrebbero potuto campare di rendita su certo materiale, ma creativamente sarebbero davvero morti.
    Il "Lato economico" di cui parli tu non esiste. I Marillion che si affacciavno agli anni 90 erano una band che dopo MC (più di 2 mioni e mezzo di copie) e CAS (uno e mezzo) vendevano bene, avevano un certo peso nel panorama musicale e attiravano ai loro concerti migliaia di persone.
    Il lato tecnico nemmeno sussisteva, in quanto Fish ha SEMPRE avuto i problemi vocali non solo verso la fine della sua carriera nella band. Già nell'83/84 affrontarono uno show televisivo (FONDAMENTALE per la loro carriera) con Fish malato alle corde vocali. Non erano, all'epoca, stravizi, ma semplicemente debolezza congenita in quella parte del suo (gigantesco) corpo.
    La band avrebbe tranquillamente potuto riassettare la tonalità delle scritture future, favorendo il Pesce e prolungando la carriera di entrambi.
    Il problema non furono NEMMENO le divergenze musicali. Si potevano superare anche quelle e, anzi, avrebbero arricchito la band.
    Il problema VERO era che si prendevano (quasi) a cazzotti in studio ogni volta che si vedevano e Fish aveva (grossi) problemi di dipendenza da alcool e unendo la sua corporatura al suo caratterino scozzese, affrontare una situazione del genere ogni giorno doveva essere qualcosa di estremamente duro.
    Da parte loro gli altri 4 avevano un problema inverso: erano e sono INGLESI. Non hanno affrontato la cosa come 'amici' ma come colleghi e la coesione magica (lo dico per esperienza diretta) esistente fino all'86 si è dissolta in maniera violenta.
    L'ingresso di H non solo ha portato una ventata MUSICALE di rinascita, ma anche qulla tranquillità nei rapporti con cui gli altri si sono dissetati disperatamente.
    Per non parlare poi delle differenze musicali sostanziali tra lui e i 4 che hanno fatto CRESCERE una band in cui il groove e la dinamica sono sempre state (e sono tuttora in parte) una pecca essenziale.
    Poi dovrei e potrei andare avanti per EONI raccontandovi di altre crisi che invece hanno coinvolto QUESTI 5 fino alla quasi separazione (avvenuta al 99% e poi fortunatamente rientrata) di cui sono stato testimone e ahimé parte in causa.
    Ma questa è un'altra storia... : Wink :
    Avatar utente
    davethespace
     
    Messaggi: 1662
    Iscritto il: 26/02/2014, 23:49

PrecedenteProssimo


Torna a Discussioni generali




Informazione
  • Chi c’è in linea
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite